Siria: Usa, Francia e Regno Unito bombardano centri armi chimiche

Adjust Comment Print

"La Germania non prenderà parte ad eventuali azioni militari in Siria". Anche la Russia parla di circa 100 missili utilizzati. Mosca però non ha esitato a condannare le azioni degli Usa e dei loro alleati che "non resteranno senza conseguenze". I tre siti chimici del regime oggetto dell'attacco, secondo Mosca, erano già stati evacuati.

"Attacchi di questo genere dovrebbero essere decisi dalle Nazioni Unite" ha detto il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi."Il problema della Siria - ha detto Berlusconi - è molto grave". La Nato appoggia l'azione.

"Questa è una palese violazione delle leggi internazionali che ignora la sovranità nazionale e l'integrità territoriale della Siria" ha detto il ministero degli Esteri iraniano. L'attacco alla Siria è un crimine. Dalle prime informazioni ci sarebbero almeno tre civili rimasti feriti in uno dei punti colpiti, la base di Homs. I jet militari russi "stanno pattugliando lo spazio aereo" siriano, ha spiegato il generale.

I Tomahawk sono missili da crociera a medio raggio che hanno una gittata da 1.250 chilometri a 2.500 chilometri. "Siamo stati precisi e proporzionati - ha scandito Mattis - ma allo stesso tempo abbiamo colpito in maniera pesante". Stando alle parole usate dalla premier britannica Theresa May, si tratta di un attacco "limitato e mirato". Il presidente russo ha inoltre manifestato l'intenzione di chiedere una riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

Il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha affermato che l'attacco perpetrato da Stati Uniti, Francia e Regno Unito contro la Siria aggrava la catastrofe umanitaria nel paese arabo.

La strategia del terrore ha bisogno di fabbricare prove false per manipolare l'opinione pubblica, come ai tempi della Guerra in Vietnam, in Iraq ad inizio secolo, in Palestina, in Libia ed in decine di altre situazioni. La Siria, da otto anni in conflitto "ha disperatamente bisogno di un cessate il fuoco duraturo e rispettato da tutte le parti in conflitto" affinché sia possibile "raggiungere una soluzione politica negoziata attraverso il processo di Ginevra guidato dalle Nazioni Unite, per portare la pace nel Paese una volta per tutte".

Siria, Gentiloni: attacco non partito... Un blitz militare che sarebbe stato condotto insieme a Gran Bretagna e Francia. Lo ha dichiarato, "stando ai dati preliminari" sull'esito dei raid compiuti in Siria, il capo del dipartimento generale operativo dello Stato maggiore russo, Serghiei Rudskoi in una conferenza stampa. "Siamo i tuoi uomini, Bashar" hanno urlato dalla folla, come trasmesso dalle tv locali, dove civili e militari erano mescolati e uniti contro l'attacco dell'Occidente. Gli attacchi francesi, ha sottolineato Macron, sono stati "circoscritti agli obiettivi che consentono la produzione e l'uso di armi chimiche". "Ho espresso la mia delusione per il fallimento del Consiglio nel concordare un meccanismo per individuare i responsabili dell'uso di armi chimiche - ha continuato - e lo esorto a colmare questa lacuna".

Comments