Porcellotti (Pd): "Basta ai personalismi, torniamo alla politica. Ceccuzzi uomo di partito"

Adjust Comment Print

Lo scrive su Facebook la deputata del PD, Chiara Gribaudo, a proposito della sentenza che ha visto negato il riconoscimento della subordinazione tra i fattorini e l'azienda tedesca. E allora Renzi rilancia.

Dallo scorso 5 aprile, nelle dichiarazioni di voto, si registrano leggerissime oscillazioni e M5S è saldamente primo partito con un lieve calo al 34,1% (-0,2%), la Lega al 22,9% (-0,1%), PD al 18,3% (+0,1%) e Forza Italia al 11,8% (+0,2%).

Il Partito Democratico è alle grandi manovre.

Il Pd resta all'opposizione e invita i vincitori delle elezioni del 4 marzo ad assumersi le responsabilità di governo. Per la coordinatrice provinciale forzista, a provocare le proteste è stato "in modo teoricamente ovvio" l'aver convocato "una seduta pubblica in un contesto che non può contenerla: se ci si ragiona sopra forse si riuscirà a comprendere questo aspetto".

Il Pd rivede la sua posizione di chiusura globale.

Succederebbe che noi andremo all'interlocuzione con i nostri alleati dell'Occidente facendo la parte dei putiniani. "Con altre donne - conclude - abbiamo quindi sentito la necessità di prendere delle iniziative e ho sottoscritto il documento che verrà presentato il 21 aprile durante i lavori dell'assemblea nazionale". Questi, per ora, non hanno ancora definito la lista ufficiale del partito democratico, e a forza di tirare la corda si rischia una vera e propria implosione. "Ma se non fosse così, Depalma e i suoi "campionissimi" ci avrebbero condannati alla retrocessione".

Ma il caos è anche nel Pd.

Poi dalla Segreteria cittadina attaccano anche l'Assessore alle Politiche Educative, Michele Sollecito, in seguito ad un'interrogazione in Consiglio comunale giunta da Gianni Camporeale, il quale aveva sottolineato l'opportunità di candidarsi al bando regionale "Community Library, Biblioteca di Comunità". Così Maurizio Martina, al termine delle consultazioni al Quirinale con la delegazione Pd. "Per questo penso che dobbiamo rinviare l'assemblea nazionale del 21".

All'interno delle diverse componenti non c'é unanimita' tanto che oggi Matteo Ricci si è dichiarato favorevole a celebrare il congresso a febbraio 2019, mentre Graziano Delrio ha chiesto di per farlo subito.

Dalla minoranza di Andrea Orlando e quella di Michele Emiliano fanno sapere di essere contrari.

Gli ex parlamentari esclusi dall'assemblea nazionale chiedono inoltre alla commissione di garanzia di valutare se "ai sensi dell'art". Il tutto, per avviare un percorso che offra un Governo "stabile e utile al Paese". L'invito che vorrei rivolgere non è solo agli uomini, ma anche alle donne, perché facciano un passo avanti, siamo noi che spesso non interveniamo in direzione.

Comments