Chiellini, accusa choc ai calciatori del Real Madrid: "Avete pagato"

Adjust Comment Print

L'ex attaccante della Nazionale, oggi opinionista di punta di Teleticino e del Corriere, è tagliente come nel suo stile nei giudizi: "Il rigore è solo una conseguenza dell'atteggiamento che la Juve aveva in campo in quel momento". Questo arbitro ha la sensibilità di un bidone dell'immondizia. Volano parole dure, Gigi Buffon lo guarda in faccia ma non trova gli occhi dell'arbitro che a sua volta sfila il cartellino rosso dalla tasca ed espelle portiere della Juventus (prima espulsione in Champions dopo 117 partite). L'ultima azione è letale, la beffa dietro l'angolo: Benatia si appoggia a Lucas Vazquez sull'assist di Cristiano Ronaldo. E' per questo che probabilmente, nel post partita di Real Madrid-Juventus, Buffon ha sbagliato. Il Real Madrid sbarca nelle semifinali e andrà a caccia della terza Champions consecutiva, ma la Juventus meriterebbe di più, molto di più, almeno i supplementari. Una sorta di rivincita contro la squadra che sta dominando la Liga in una spartizione equa della stagione: a voi il campionato a noi l'Europa. "Però, ogni tanto, se qualcuno fa qualche conto è giustificato".

La Spagna si divide sul rigore assegnato al Real Madrid che ha permesso l'eliminazione beffarda della Juventus.

Queste le dichiarazioni di Buffon sotto la lente d'ingrandimento dell'Uefa: "Ti ergi a protagonista per un tuo vezzo o perché non hai la personalità adatta". Avrebbe dovuto capire il disastro che stava facendo. Molti si sono scagliati contro quella che viene definita "l'arroganza" di chi non è abituato a stare in questa posizione. "L'arbitro - dice - non ci ha capito niente".

Infine, nel secondo tempo, ha concluso l'opera con una rete di Manolas (nella foto in basso): 3-0 e qualificazione alla semifinale di Champions per i giallorossi, obbierttivo insperato alla vigilia e con il pubblico dell'Olimpico in delirio. Insomma: nonostante la proteste di tutta la Juventus, probabilmente neanche il Var avrebbe potuto cambiare una decisione, quella finale, che spetta sempre e comunque all'arbitro.

Al secondo minuto Juve già in vantaggio: cross di Khedira e zuccata vincente di Mandzukic sul secondo palo.

Comments