MotoGp: in Argentina il leader è Marquez, male le Ducati

Adjust Comment Print

La gara della MotoGP Argentina 2018 potrà infatti essere seguita anche in chiaro, free su TV8 nei medesimi orari e quindi sempre in diretta tv. In classifica naturalmente questo significa che Dovizioso è al comando con 25 punti, seguito da Marquez al secondo posto a quota 20 e poi il Dottore di Tavullia, terzo con 16 punti. Ma di tutto questo importa (relativamente) poco. Adesso, però, ci risiamo. A fine gara Marquez va nel box di Rossi a chiedere scusa, ma viene cacciato. Marquez finirà 5°, ma un'ulteriore penalità di 30 secondi lo porterà pure fuori dalla zona punti (18°). Secondo il regolamento avrebbero dovuto ripartire dalla pit lane, uno addosso all'altro come i cavalli del Palio di Siena, ma la Direzione Gara - considerato che in ballo c'erano 23 atleti su 24 - ha deciso di ritardare la partenza e ripristinare in parte la griglia per evitare pericoli. "Io non le accetto, deve stare lontano da me, non mi deve più guardare in faccia, è una presa per il c.lo". In netto ritardo Valentino Rossi (+1,182) che non riesce a far meglio del settimo tempo dietro anche al compagno della Yamaha Maverick Vinales (+1,115). "Per lui sarà dura uscire dal circuito". In generale, comunque, l'inglese è stato protagonista già dalle libere ed autore di un'ottima gara, corsa sempre nel gruppo dei primi senza correre rischi inutili. Quando lo spagnolo arriva su Valentino, ha quattro giri per sorpassarlo senza patemi.

Tutti i piloti, tranne Jack Miller (autore della pole), si erano schierato con pneumatici rain, mentre l'australiano aveva scelto le slick. Gli altri hanno provato a rimediare in extremis rientrando ai box per adattarsi. La vicenda si è poi trascinata in Direzione Gara, perchè i vertici Yamaha hanno formalmente sporto reclamo e lo stesso Valentino Rossi ha voluto dire la sua. "Ho dovuto recuperare dopo la partenza, gestire le gomme, e sono riuscito a vincere la battaglia con Marquez con il coltello tra i denti". Forse tutto il caos successivo nasce da qui.

Comments