INTER. Spalletti: "Abbiamo potenzialità. L'ultima con la Lazio? Ancora tutto da giocare"

Adjust Comment Print

Un Torino rinato, dopo le due vittorie consecutive contro Cagliari e Crotone, quello che domenica affronterà l'Inter.

Intervenuto in conferenza stampa, Spalletti ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, riportate dalla Gazzetta dello Sport: "Le partite dall'inizio dell'anno sono difficili, ostiche, poi se parliamo del Torino, personalmente ho sempre avuto difficoltà ad incontrarlo". Sono abituati per tradizione a lottare. Belotti è forte quanto è forte Icardi.

Il gol di Icardi nel derby era regolare... E' meglio che non commento per evitare casini. Mentre sull'esperienza sulla panchina dell'Inter prosegue: "Finalmente si guardano i fatti". No, perché se altri sbagliano non vado a dirgli qualcosa. Due vittorie solamente per i granata nelle ultime 27 partite di campionato contro i nerazzurri. C'è stata una ricerca di costruire qualcosa in più in merito alla finalizzazione. Quando stava bene l'anno scorso ha fatto tantissimi gol. Sono tutti discorsi che lasciano il tempo che trovano. "Sono abbastanza contento, ora l'Inter mi piace ancora di più, ci trovo gusto a pensarmela per il futuro". E la cosa mi dà fastidio. Mi dà gioia. Non saprei dare percentuali, ma siamo una squadra finalmente totale nelle potenzialità evidenziate in campo. "Le soluzioni le abbiamo noi, le abbiamo dentro". "I giocatori stessi hanno trovato la risposta al periodo duro, hanno dimostrato di avere un carattere tosto". Sa il fatto suo. Non è facile prevedere il Torino di domani. "E' chiaro che la condizione fisica e mentale incidono".

L'ex Mazzarri e il Toro hanno voglia di scardinare le certezze dell'Inter. "Ma ne abbiamo affrontati altri del livello di Belotti e abbiamo fatto bene, siamo fiduciosi sulla nostra forza".

ICARDI - "Cosa ci siamo detti dopo gli errori nel derby?". Andando a rimarcare i difetti non ti danno i meriti. Il campionato e' al rush finale e sulla strada verso il traguardo potrebbe esserci qualche 'tranello' o 'inciampo': "Le insidie ci sono per tutti allo stesso modo". Abbiamo sempre pensato di dover avere la forza di mettere da parte qualsiasi cosa che sia d'intralcio. "Non penso agli obiettivi a lungo termine, mi interessa che la squadra segua un certo tipo di atteggiamento". Sono due bomber, quando stanno bene vedono la porta come pochi.

Su Ljajic:"Ha fatto fatica a capire i miei schemi, ma ora sta bene. Abbiamo diverse soluzioni da utilizzare, anche a seconda di come giocheranno loro". Anche perché le tre sconfitte in campionato sono arrivate proprio contro Udinese e Sassuolo (ancora da affrontare nel ritorno), oltre al Genoa. Nella fase difensiva a volte siamo stati lunghi.

Su Icardi e l'obiettivo Mondiale.

"Vi risponderà lui domani".

Comments