Caso Facebook, Zuckerberg: "Anni per sistemare le cose"

Adjust Comment Print

Ma ora Facebook cambia il suo rapporto con queste terze parti e l'operazione va inserita nel novero di quelle che sono iniziate dopo lo scandalo di Cambridge Analytica e che hanno riguardato direttamente la semplificazione delle impostazioni della privacy e, più lateralmente, il fact checking di foto e video.

Roma - Facebook avviserà a partire da lunedì 9 aprile tutti gli utenti i cui dati sono stati "violati" nell'affaire Cambridge Analytica. L'amministratore delegato di Facebook sarà ascoltato con doverosa attenzione dai membri della commissione Energia e Commercio della Camera sull'uso e la protezione dei dati sensibili degli utenti. Si tratta di una società di comunicazioni che avrebbe sfruttato di nascosto le informazioni degli utenti in favore di Donald Trump nella campagna per le elezioni presidenziali dell'autunno 2016. In attesa di nuove contromisure si spera almeno che l'algoritmo non ottenga l'effetto opposto come quando ha iniziato a dare priorità ai commenti che esprimevano incredulità rispetto agli articoli condivisi. - Il personale di Facebook controllerà ogni singola app che richiede l'accesso a una pagina.

87 milioni di profili a Cambridge Analytica (la gran parte negli Stati Uniti, un terzo degli elettori; oltre 214.000 in Italia) è la cifra massima. "Non stiamo chiedendo nuovi diritti per raccogliere, usare o condividere i dati degli utenti su Facebook e non stiamo modificando nessuna delle scelte sulla privacy effettuate dalle persone in passato". Inoltre verranno introdotte una serie di limitazioni legate all'accesso dei dati da parte di sviluppatori.

Facebook ha previsto modifiche anche per la Ricerca e il Recupero di account. E, in effetti, non c'e' giorno che non vengo preso per i fondelli da quelli con cui ho rapporti, perche' mi ostino con il vecchio sistema di posta elettronica, arricchito con qualche messaggio di WhatsApp, per arricchire le mie informazioni, e cercare sul web e nelle agenzie stampa, nonche' in ultima battuta sui quotidiani e qualche settimanale. "Con l'aggiornamento di oggi, abbiamo identificato una grande rete che l'IRA sta usando per manipolare le persone nella stessa Russia". In futuro gli utenti potranno caricare sui server di Facebook solo le informazioni necessarie per offrire questa funzionalità, non dati più ampi come l'orario delle chiamate. Non solo, ha confermato che ha scansionato costantemente le conversazioni su Facebook Messenger visualizzando messaggi, immagini e tutti gli altri contenuti scambiati.

Data Providers e Partner Categories: Lo strumento dedicato alla pubblicità mirata sarà disattivato.

Comments