Fico e Casellati sono i nuovi Presidenti di Camera e Senato

Adjust Comment Print

Una candidatura che lo metteva a disagio, se intestata solo alla Lega, che non ama, ma che ora è frutto di un accordo collegiale con il centrodestra e che quindi accetta volentieri.

La prossima settimana le due Camere procederanno, con tempi diversi, alla definizione dei gruppi parlamentari e all'elezione dei rispettivi presidenti, degli uffici di presidenza.

Roberto Fico, con 422 voti, è il nuovo presidente della Camera, Maria Elisabetta Casellati presidente del Senato.

Lo afferma la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati.

Maria Elisabetta Alberti Casellati, 71 anni, di Rovigo, è la prima donna a ricopre la carica di Presidente del Senato.

L'accordo è arrivato al termine delle riunioni dei gruppi di questa mattina. "Auguro a Roberto Fico buon lavoro al servizio dei cittadini!", così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia sulla sua pagina di Facebook".

Per Fico, "è necessario porre fine a un modo di legiferare confuso, fatto di deroghe".

Riccardo Fraccaro del movimento pentastellato, primo nome emerso per la presidenza della Camera ha dichiarato: "I sacrifici che siamo disponibili a fare mostrano il valore delle cose in cui crediamo. L'epoca dei privilegi è finita, dobbiamo tagliare i costi della politica e razionalizzare i costi della Camera".

Appena insediatosi come nuovo presidente della Camera, il grillino Roberto Fico sembra voler tenere fede ai principi che hanno animato il Movimento 5 Stelle fin dalla sua nascita. "E' stato uno spettacolo bellissimo", ha detto Casellati riferendosi al Teatro Carlo Felice e all'opera la 'Rondine' di Puccini che è stata diretta dal figlio Alvise.

La comunicazione è sempre stata alla base dell'operato di Roberto Fico. 'I leader del centrodestra - si legge - confermano che le intese intercorse in questa fase non sono prodromiche alla formazione del governo e che non avranno nessuna influenza sul percorso istituzionale successivo per il quale l'indicazione spetterà al presidente della Repubblica.

Toninelli ottimista per la partita del governo. Il centrodestra ha applaudito come pure qualche deputato del Pd.

Se questa indiscrezione fosse vera Gianni Letta si riconfermerebbe naturalmente, ma nel caso in cui qualcuno ne avesse ancora bisogno, la vera mente pensante del pianeta Berlusconiano. Ha vinto la democrazia. Succede sulla poltrona più alta di Montecitorio a Laura Boldrini che lo sconfisse nella tornata di cinque anni fa. Imprese, famiglie e lavoratori hanno sopportato il peso delle ripercussioni economiche, hanno sostenuto sacrifici, hanno dovuto cambiare il proprio stile di vita.

Molti di coloro che hanno visto il neo-presidente della Camera sull'autobus non sono sembrati sorpresi.

"Mi sono liberato di un peso" - dice Paolo Romani, sorridendo, circondato da giornalisti nel Salone Garibaldi del Senato.

Comments