Roma-Torino, Di Francesco: "Schick sarà titolare, è in condizioni fisiche ottime"

Adjust Comment Print

Di sicuro più che un Toro nel secondo tempo di Roma è sembrato una mucca, che ha consentito alla Roma di segnare tre volte e fare un figurone.

Il Torino in questo senso rappresenta un test importante: "Walter (Mazzarri, ndr) è un amico, ma contro di lui non ho bellissimi ricordi, mi auguro di sfatarli in questa gara". Riterrò le mie valutazioni in base al Torino, poi penseremo allo Shakhtar. "Quindi non mi fido, per questo in settimana, durante gli allenamenti, ho fatto in modo che i ragazzi mantenessero altissima la concentrazione". L'allenatore giallorosso si è espresso si varie tematiche. "La vita è così, un momento sta qui un momento stai sopra". Un successo che però non deve restare un fatto isolato. La partita è stata collocata prima delle altre nove in calendario per il prossimo turno per l'impegno che martedì 13 opporrà i giallorossi allo Shaktar Donetsk nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League, e per l'impegno dell'Italrugby nel 6 Nazioni. C'è l'1-2 dell'andata da rimontare. Al 23' Mazzarri cambia le carte in attacco inserendo Niang al posto di Iago Falque. Conta tornare alla vittoria.

Roma-Torino, partita da non fallire. Il Torino era ben chiuso e non era facile trovare spazio, dopo la rete si sono allargati e abbiamo giocato più verticalmente.

La Roma ha avuto a lungo la miglior difesa della stagione. Il tecnico romanista contro il Napoli si è affidato alla vecchia guardia, con ottimi risultati.

Hanno pesato gli infortuni o situazioni tattiche nuove?

I cambi con il Torino in Coppa Italia. Gol peraltro ininfluente, visto che i granata vinsero per 2-1 eliminando i giallorossi. Dobbiamo dimostrare di essere guariti attraverso le prestazioni, se giochiamo come sabato scorso possiamo toglierci diverse soddisfazioni. Al 74′ bis di De Rossi, al volo, su sponda di Nainggolan; il tre a zero, a firma di Pellegrini, in pieno recupero (ancora assist di Nainggolan, bella ripartenza giallorossa su una palla persa da Berenguer). In campionato Schick è ancora a secco. Qualche lampo di classe che lascia intravedere le sue qualità.

Non è un caso se a soffrire maggiormente è proprio il club che gioca in casa, mai realmente pericoloso con El Shaarawy in difficoltà negli affondi e Under particolarmente impreciso negli uno contro uno.

Comments