Fiorentina-Juventus, Allegri: "Tre punti pesanti. Bernardeschi sta crescendo"

Adjust Comment Print

0-2, min.86, G. Higuain. Una punizione astuta dove hanno avuto ruolo importante Sportiello, che si aspettava un mancino a giro sopra la barriera (e il primo passo in quella direzione lo conferma), sia Marchisio, abile nell'allungare la barriera per ostruire la visuale al portiere viola per poi togliersi dalla traiettoria del tiro all'ultimo istante. Che occasione. All'intervallo è zero a zero, non una bella partita con la Fiorentina meglio messa in campo ma con la Juve che escluso il palo, ha rischiato nulla ma senza creare una sola occasione.

Allo Stadio Artemio Franchi i viola sembrano non temere i bianconeri. Ai ragazzi ho detto che le partite si possono comandare anche difendendo e nelle ultime partite abbiamo preso pochi gol. Determinanti le reti realizzate nella ripresa: all'inizio da Bernardeschi su punizione, per il più classico dei gol dell'ex (con la complicità di Sportiello che non copre il proprio palo), poi nel finale da Higuain. Una squadra che ha il migliore allenatore italiano insieme ad Ancelotti: Allegri è un motivatore che vince qui e ci prova in Europa. Nel rallenty, si nota però che è Alex sandro a toccare la palla e rimettere in gioco Benassi che poi crossa e la sfera è tocatta con il braccio aperto da Chiellini. Dopo altri due minuti di Var review il tocco del terzino bianconero e' stato giudicato involontario, cosi' e' scattato il fuorigioco di Benassi ed e' stato annullato il rigore. Pioli risponde con Thereau per Gil Dias. Lui si è adattato bene.

Così non se lo aspettava nessuno. Decisioni del genere dovrebbero essere viste al Var, dato che c'è. Dopo questa occasione però, i viola abbassano l'intensità, complice anche un pò di comprensibile stanchezza, e la Juventus ne approfitta: Chiellini verticalizza splendidamente per Higuain che va via con troppa facilità alla retroguardia dei padroni di casa e batte con il destro Sportiello per il 2-0.

"Sono molto felice, prima della partita c'è stata un po' di emozione ma tutto sommato è andata bene". La Fiorentina ha continuato a lottare ma senza la spinta iniziale anche per le tante energie spese nel primo tempo. Marchisio è in pole position per sostituire l'infortunato Matuidi nel centrocampo a tre di Allegri: contro la Fiorentina il tecnico non dovrebbe modificare lo schieramento, affidandosi al 4-3-3 che ha regalato equilibrio ai bianconeri.

Comments