La NASA conferma: gli astronauti guarderanno Star Wars: Gli Ultimi Jedi sull'ISS

Adjust Comment Print

Tramite le parole di Connie Wethington, un rappresentante di Lucas stesso, sappiamo che l'autore ha detto che Gli Ultimi Jedi è un film "molto ben fatto e che sicuramente si andrà a complimentare con il regista Rian Johnson per l'ottimo lavoro svolto". Ma in fondo non sono proprio quelli che più ci piacciono? Adesso non rimane che a voi trovare il piccolo cagnolino della Fisher. Bella, compatta e funzionale, sulla sua qualità non ci sono dubbi: abbiamo avuto la possibilità di provarla e assaggiarne il delizioso risultato e possiamo assicurare quanto la qualità del prodotto sia di alto livello, come da sempre siamo stati abituati con uno dei marchi vanto del nostro Paese.

Giovedì 14 dicembre (18.00 - 21.00) prosegue al Multicinema Galleria di Bari (Corso Italia 15, infotel: 080.521.45.63) "Original Version", il settimanale appuntamento di film in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Star Wars: Gli ultimi Jedi – all'inizio erano previsti circa 160 set diversi

Non sono passate nemmeno 24 ore dall'uscita de "Gli ultimi Jedi" che sulla rete già si leggono i primi commenti, mentre gli americani dovranno attendere ancora un giorno e mezzo per fiondarsi in sala e scoprire come procede il cammino della Forza di Rey, Finn e compagni. In un secondo momento invece l'attenzione mediatica si è concentrata sulle foto dei personaggi e sulla messa in commercio delle loro miniature, sostanzialmente una vera e propria corsa al fine di rendere memorabile l'arrivo al cinema del film. Abrams ha giocato in una precisa safe zone, a metà tra il rispetto reverenziale per ciò che la prima trilogia di Star Wars ha rappresentato per la storia del cinema (e per il suo pubblico) e la paura di osare troppo, uscire dagli schemi e dai canoni pre-costituiti di questa saga. Sarà una sorta di film dentro il film durante il quale si cercherà di fare chiarezza sulla narrazione che dovrebbe giungere all'epilogo (ma è meglio non dare nulla per scontato) tra circa due anni. Così Rey, diventerà la capofila delle nuove leve Jedi, pronta a combattere le forze oscure del Primo Ordine, in aiuto della Resistenza. Ricordiamo ora alcuni passi della carriera di Carrie Fisher.

E quel qualcuno è Mark Hamill. Ne ho abbastanza dei segreti sul Principe William. Si chiama Guerre Stellari non certo per nulla. Piuttosto che prendersi dei rischi narrativi, andando a toccare i cardini della saga, Abrams ha puntato molto di più sull'introduzione dei nuovi personaggi, sui riferimenti al passato e sul mistero, il tutto gettando le basi per i due successivi film.

Comments