Attentatore New York incriminato per l'atto terroristico

Adjust Comment Print

Altre 3 persone, compreso un agente, hanno riportare ferite lievi. Le immagini della stazione centrale dei bus a Manhattan, dove alle 7,30 del mattino (ora locale) è avvenuta una esplosione, sono state trasmesse da tv e giornali online. Entrambe le volte, un particolare mi ha colpito: ed è stato il senso imponente di straniamento, l'atmosfera paradossale e ossimorica che pervade New York quando una sua parte viene colpita in modo tanto barbaro. Il costrutto narrativo sulla città dopo i tristi attentati dell'11 settembre ha spinto infatti i gruppi jihadisti, nel corso degli anni successivi, a invocare altri attacchi in un luogo che rappresenta il cuore pulsante del nemico numero uno del terrorismo islamico. Lo riporta il New York Times, riferendo quanto detto dall'attentatore, Akayed Ullah, agli inquirenti durante l'interrogatorio. Una coincidenza che ha permesso a Federico e i suoi amici di non trovarsi nel bel mezzo del delirio: "L'esplosione si è sentita distintamente, perché l'hotel dista pochi isolati dal terminal dei bus".

La CNN riferisce che Ullah ha anche citato la recente azione israeliana a Gaza dopo che i missili sono stati lanciati contro Israele venerdì.

Incriminato per terrorismo Akayed Ullah, attentatore New York che Lunedì scorso ha tentato di farsi esplodere a Time Square, fallendo.

Tra il 2012 e il 2015, Akayed Ullah aveva lavorato come autista di automobili, ma non è chiaro se facesse il tassista o guidasse per conto di servizi come Uber e Lyft.

Il movente, ha confessato, è l'odio verso gli Usa ("O America, muori nella tua collera" è annotato sul suo passaporto), decenni di politiche americane nei confronti dei Paesi musulmani, anni di raid contro l'Isis in Siria e altrove.

Il giovane Akayad al momento si trova ricoverato presso il Bellevue Hospital a causa delle ustioni riportate nell'esplosione. Lo ha detto una fonte ufficiale - che ha chiesto l'anonimato - alla Associated Press. Parlando con i giornalisti, Andrew Cuomo ha dichiarato: "Questa è New York, la nostra realtà, quella con cui dobbiamo fare i conti".

Comments