Di Francesco: "Partita equilibrata, abbiamo concesso poco al Napoli"

Adjust Comment Print

Purtroppo siamo stati puniti su una nostra ingenuità. Alla lunga il bel gioco può pagare, ma anche una squadra come la Juve che ha una mentalità vincente che può fare la differenza. La sua Roma su sei partite giocate, in 4 occasioni ha chiuso i 90' con la porta di Alisson inviolata. "Avevamo molti indisponibili, e questo ci ha penalizzato". Ci abbiamo messo troppo probabilmente a rientrare in partita dopo il gol.

Ne abbiamo avuti in nazionale, Schick sappiamo la sua condizione, Karsdorp sta rientrando. Concretamente abbiamo concesso poco al Napoli, a parte quell'azione di Mertens dove Manolas si è fatto male. Mi auguro che prevalga quello più alto.

"Nel primo tempo siamo stati troppo timorosi mentre nella ripresa siamo riusciti a tenere testa al club azzurro".

"Casualità, nazionali, perché poi i giocatori non si fanno male solo qui da noi".

La scelta di non farlo giocare è solo riferita ai tanti viaggi. Al suo fianco il titolare sarà Pellegrini, per permettere a Strootman di recuperare al meglio in vista dell'impegno di mercoledì prossimo con il Chelsea. Questa cosa non mi è piaciuta. E aggiunge sulla questione "fortuna": "Sono mancati i rimpalli fortunosi. In casa abbiamo preso 5-6 pali: a volte le gare sono determinate dagli episodi e stavolta ci sono girati contro". "Il Napoli ha qualcosina più di noi in questo momento, ha più lavoro alle spalle".

Siete cresciuti alla distanza. Dzeko ha una grande presenza dentro l'area, anche se è molto bravo a muoversi anche tra le linee nonostante la grande altezza: ha tecnica e mobilità. Se non gli dai questa possibilità fa fatica. Troppo attendisti secondo me. Proprio il tecnico giallorosso, durante la conferenza stampa della vigilia, ha analizzato il match contro i partenopei affermando che la vincitrice potrà essere l'anti-Juve o quantomeno potrà aspirare ad esserlo.

Comments