Italia, Buffon: 'Non siamo contro Ventura. Uscite cose senza senso, il colloquio...'

Adjust Comment Print

L'Italia non va. Gian Piero Ventura prova a mescolare nuovamente le carte in vista dell'ultima gara del girone contro l'Albania, lunedì sera. Abbiamo grandi margini di miglioramento, ho visto i ragazzi lavorare bene. Lo ha detto con sincerità capitan Buffon prima di lasciare l'Olimpico granata. Chiosa finale sulla sfida di domani: "Sarà un piacere venire a giocare in Albania". Perché Buffon non vuole ancora smettere di far sognare un popolo intero, e, ne siamo sicuri, continuerà a farlo anche in Russia, vent'anni dopo il suo esordio avvenuto proprio nella fredda città di Mosca. Dobbiamo essere più sciolti, più disinibiti. Era una squadra avanti con l'età, ma non potevamo prescindere da punti di riferimento come Buffon, Bonucci, De Rossi o Chiellini. E li ringrazio pubblicamente per questo. L'Italia ha pareggiato con la Macedonia a Torino. "Senza Argentina, Olanda e fermiamoci qua rattristerebbe gli amanti del pallone, ma altrettanto romantico è vedere al Mondiale chi non ha storia ma lo stesso forza per qualificarsi con il lavoro". Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Adesso quel che conta per Ventura è "riportare equilibrio e ritrovare serenità per giocarsi i playoff". Un segnale di sfiducia da parte del gruppo verso un tecnico che sta dimostrando, ogni giorno che passa, di essere sempre più inadeguato al prestigioso incarico commissionatogli. I giovani arrivano in alto dopo aver fatto dei passaggi. Però stasera nello spogliatoio non abbiamo parlato del fatto che in Spagna si sia rotto qualcosa.

Giampiero Ventura ct dell'Italia ha parlato a Rai Sport al termine della partita pareggiata con la Macedonia: "Secondo tempo deludente".

Comments