Gp Giappone: Hamilton in pole, Vettel partirà secondo

Adjust Comment Print

Fra meno di una settimana torna il mondiale di #Formula 1 con il Gran Premio del Giappone 2017.

Sebastian Vettel comincia col piede giusto il weekend del Gp del Giappone. Concetti del genere potrebbero far più piacere ai tecnici Ferrari solo se venissero espressi direttamente dal Boss. Forse il sottile gioco psicologico messo in atto dal pilota britannico ha scoperto alcuni lati nascosti del carattere di Vettel che ha commesso davvero troppi errori dopo la pausa estiva per poter pensare di meritare il titolo.

L'ultima parte di sessione non ha prodotto particolari scossoni di una classifica che è parsa piuttosto cristallizzata fin dal primo tentativo effettuato da tutti i 10 piloti eccetto Alonso e Raikkonen che hanno preferito preservare un treno di gomme in vista della gara. Starà a Sebastian Vettel e la sua Ferrari ribaltare il verdetto della mattinata e regalare una pole straordinaria alla rincorsa mondiale. Infatti in Giappone all'improvviso Bottas deve sostituire il cambio.

Insomma Vettel non riceverà penalizzazioni e questa è già una gran bella notizia. Il team è stato incredibile, hanno lavorato sui dettagli e poi ha funzionato tutto. Il freschissimo ricordo della Malesia induce alla cautela. Lui, il Re Nero, è ormai entrato nella modalità. ragioniere. Il passo in avanti realizzato dalla Mercedes tra Spa e Monza ha costretto però la 'rossa' a reagire nuovamente: c'era bisogno di recuperare in termini di prestazione e si è accelerato lo sviluppo per ricucire il margine. Hamilton io lo conosco da quando era un debuttante. Rischi zero, a scanso di equivoci. "Comunque vale lo stesso discorso per tutti".

Normale amministrazione per Seb, che è alla terza stagione in Ferrari, ma che è come se fosse a Maranello da sempre. Ci sono ancora cinque gare in campionato e siamo rimasti indietro in classifica: "il risultato finale dipenderà anche da quello che faranno i nostri avversari", conclude il 4 volte iridato. "Non sarà facile partire dal settimo posto, ma abbiamo la possibilità di recuperare e l'ottimo lavoro di oggi ci fa ben sperare per domani". "Inoltre, sono stati analizzati i problemi patiti in Malesia (guasto al condotto in carbonio che convoglia aria dal compressore al motore, ndr) e abbiamo avuto le risposte che cercavamo per evitare una ricaduta". In comune hanno, in compenso, un talento straordinario. La Mercedes ha il coltello dalla parte del manico.

Comments