Qualificazioni Mondiali, Argentina-Perù: Sampaoli lascia Icardi e Dybala in panchina

Adjust Comment Print

La partita di questa notte contre il Perù è fondamentale per l'Argentina di Sampaoli per qualificarsi ai prossimi Mondiali. L'assenza in Russia della squadra di Leo Messi e di campioni come Mauro Icardi e Paulo Dybala sarebbe un colpo durissimo non solo per i tifosi, ma anche per gli organizzatori. Se Messi non si tocca - e non si tocca - là davanti se la giocano Dario Benedetto e Icardi.

Jorge Sampaoli, c.t. dell'Argentina impegnata nelle ultime 2 sfide di qualificazione al Mondiale che rischia clamorosamente di sfuggirle, esclude un impiego insieme di Messi e Dybala: "Sono troppo simili e non c'è tempo per lavorare sulla loro intesa". Sampaoli ha infatti provato in allenamento tre squadre e in nessuna i due erano titolari. La Bombonera si infiamma, Messi semina tutti e mette in mezzo, Rigoni da due passi viene deviato in angolo dall'intervento disperato in scivolata di Rodriguez.

Perù (4-2-3-1): Gallese; Corzo, Rodríguez, Araujo, Trauco; Tapia, Yotún; Farfán (70′ Polo), Peña (53′ Cartagena), Flores; Guerrero. Il rivale più temuto dell'Albiceleste è la paura di non farcela, un nemico più grande del Perù prima e dell'Ecuador poi. Tutto come prima e finale di nuovo con il fiato sospeso.

Un successo arrivato proprio allo scadere con due gol negli ultimi minuti, un 2-1 quello dei biancorossi sui Cafeteros che tiene miracolosamente in vita lArgentina che si giocherà tutto nellultima gara del girone.

Uno 0-0 da far rabbrividire, che può costare caro all'Argentina.

E' da ieri sera però nata una forte polemica, partita dai quotidiani sportivi peruviani, che accuserebbe l'AFA (ovvero la federazione calcistica Argentina) di aver "rubato" la partita in collaborazione con il presidente della FIFA Gianni Infantino.

Comments