Formula 1, Suzuka: un'altra alba Mondiale per la Ferrari

Adjust Comment Print

Il primo a scendere in pista con le gomme da bagnato è stato Kimi Raikkonen, un solo giro per il finlandese giusto per testare l'asfalto reso viscido dalle precipitazioni, imitato poco dopo da Sebastian Vettel. Vettel ha chiuso in 1'29 " 166 precedendo la Mercedes di Lewis Hamilton (+ 0 " 211) e la Red Bull di Daniel Ricciardo (+0 " 375).

Hamilton però non si dice tranquillo per il grande gap che ha in classifica Piloti su Vettel, di 34 punti. Oggi per esempio, quando è finito contro un altro pilota. Vedremo. Tutte queste cose contano. L'esame del cambio sulla macchina di Vettel, tamponato da Stroll dopo la bandiera a scacchi in Malesia, ha escluso danni gravi ed il componente non dovrà essere sostituito, evitando la penalizzazione di cinque posizioni in griglia. Se sarà troppo danneggiato per essere usato nel GP del Giappone di questo weekend, la sostituzione porterà a una penalità di 5 posizioni in griglia a Suzuka. Nel caso in cui servisse sostituire il cambio, la Ferrari spera nella clemenza della FIA, nella speranza che la Federazione chiuda un occhio sull'eventuale sostituzione, dettata da un incidente avvenuto in maniera assurda, a gara finita.

Dove Vettel preferisce frenare è sulle voci di una rivoluzione in atto a Maranello per mano di Marchionne dopo i flop in Malesia e a Singapore. Sbagli a parte, resta un lato fortemente positivo: la consapevolezza che la SF70H ha il potenziale per lottare per la vittoria in tutte le prossime piste. "Spero di no, perché sarebbe davvero troppo". Ma entro stasera, insieme al team, arriveremo ad una conclusione: "ho fiducia nel nostro lavoro". "Ma sono abbastanza sicuro che qui non dovremmo avere più quel tipo di problema".

Il leader del Mondiale, Lewis Hamilton si presenta a Suzuka come l'uomo da battere, ed è tempestato dalle domande dei giornalisti.

Vettel ci crede ancora.

Nonostante questo, la Ferrari si è mostrata come in Malesia al top e lo ha fatto nuovamente su una pista definita sulla carta come favorevole alla Mercedes.

Appuntamento ora al Gran premio del Giappone, previsto domenica 7 ottobre a Suzuka (ore 7, diretta su SkySportF1 HD).

Comments