Bayern Monaco, Carlo Ancelotti esonerato: arriva Sagnol

Adjust Comment Print

Un epilogo amarissimo per Carletto, approdato in Baviera con grandi aspettative ma mai entrato pienamente nelle grazie dei tifosi e nella fiducia di calciatori e dirigenza.

Re Carlo ha abdicato; o meglio è stato costretto ad abdicare quando oggi dopo la riunione dei boss del Bayern, è stato esonerato dalla panchina bavarese. Il passaggio del turno, dopo il 3-0 all'esordio contro l'Anderlecht, non sembrerebbe in pericolo malgrado il sonoro 3-0 rifilato dal Psg al Parco dei Principi. Che stagione sarà ora per il Bayern Monaco? "La partita di Parigi ha dimostrato chiaramente che dovevamo prendere dei provvedimenti". Partenza in salita, Ancelotti lo sa.

Aggiornamenti importanti sono attesi nelle prossime ore, ma la posizione di Ancelotti è fortemente in bilico. A stagione in corso sono infatti stati cacciati dal Bayern personaggi dello spessore di Lattek, Heynckes, Ribbeck, Rehhagel, Magath, Klinsmann, Van Gaal, in qualche caso (Lattek ed Heynckes senz'altro) monumenti dello stesso Bayern.

In seguito Tuchel ha allenato il Dortmund per due anni, stabilendo il record per più punti conquistati da una squadra arrivata seconda (78 nel 2015/16), e nel 2016/17 ha vinto la Coppa di Germania.

Come già detto il 3 a 0 di ieri firmato Dani Alves, Cavani e Neymar è stata solamente la goccia che probabilmente potrebbe far traboccare il vaso.

Un esonero, dunque, nonostante un palmares composto da una Bundesliga e due Supercoppe di Germania conquistate in poco più di una stagione. "Das haben Hasan Salihamidžić und ich Carlo heute in einem offenen und seriösen Gespräch erklärt und ihm unsere Entscheidung mitgeteilt", so Karl-Heinz Rummenigge, der Vorstandsvorsitzende der FC Bayern München AG.

Il Bayern Monaco è riuscito a prendere il controllo del centrocampo subito dopo il gol del vantaggio parigino, ma la formazione di Ancelotti non è riuscita a mantenere la supremazia necessaria per schiacciare il PSG. "Credo sia una sconfitta molto amara - ha esordito -, della quale bisogna parlare, va analizzata: questa sconfitta deve avere delle conseguenze". Ancelotti ha pensato alle dimissioni, ma alla fine le parti hanno convenuto per un esonero precoce, prima di Natale, che al Bayern mancava dal 1991. Non ha idee, né gioco, le sue scelte sono confuse e sbagliate.

Comments