Gp Aragon, Valentino Rossi in top ten terze libere

Adjust Comment Print

Quinto Valentino Rossi, alle spalle del compagno di scuderia Maverick Vinales. "È un problema che dobbiamo cercare di risolvere, al momento Honda e Ducati riescono a calare meno nella seconda parte di gara". Ora lavoriamo forte, ci sono due settimane e voglio arrivare a Motegi al 100% della forma."Rossi ha sorpreso tutti gli appassionati delle due ruote e adesso andrà alla lotta per provare a riaprire il campionato e magari vincere il decimo titolo mondiale".

Partenza lampo - la solita - per Jorge Lorenzo, che si mette a spingere sin dalle prime curva.

Da rimarcare la prova stoica di Valentino Rossi, che ha corso in questo weekend con tibia e perone fratturati ed ha terminato la gara al quinto posto dopo essere incredibilmente riuscito a conquistare la prima fila sulla griglia di partenza. Ho sofferto molto a perdere Misano, ora sarà importante essere molto concentrati sul lavoro, e avere un buon team. "Qui però vorrei andare a tutta, anche e il circuito di Aragona non è il massimo per il mio stile di guida". Il ragazzo è convinto di avere scelto la gomma giusta, ma le sue coperture sono finite presto e la Rossa di Borgo Panigale ha perso accelerazione, trazione e velocità. "La mia posizione in sella non è ancora perfetta ma comunque molto simile a quella che posso tenere normalmente, sono anche tornato alla posizione di sella e pedane standard".

Maverick Vinales 8 - Come Pedrosa anche lui sembrava destinato a una gara nelle retrovie, poi esce alla distanza e limita i danni con un quarto posto che se non altro lo avvicina un po' di più a Dovizioso. E pure con Marc Marquez, caduto a pochi minuti dalla fine delle qualifiche, e costretto a partire 5°: "Non sono felice perché è stato un mio errore, ho spinto troppo". Solo settimo Andrea Dovizioso seguito da Espargarò e Bautista. Quando si è asciugata gli altri sono andati meglio - ha aggiunto - La gamba va bene, non mi fa troppo male. Tra loro, da segnalare in particolare la sesta piazza di Aleix Espargaro, evidente segnale della costante crescita di Aprilia. Negli ultimi giri ero abbastanza cotto, non ero al massimo come posizione sulla moto, ma ho spinto fino alla fine e sono contento.

Comments