Verso il Milan. Montella: "Spal squadra difficile"

Adjust Comment Print

Sono scelte faticose, basate anche sui ruoli. Sappiamo che queste non sono le nostre partite, ma ci serviranno per crescere. Al termine del match, Vincenzo Montella è intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: "Questo modulo ci da più garanzie". Che ha poi esaltato la prova di Biglia, tra i migliori in campo contro la Spal: "Lucas ha fatto una partita straordinaria, non solo per qualità ma per l'intelligenza calcistica dimostrata". Sono contento di ritrovarlo in A e vedendo le sue partite ho notato una squadra che gioca con grande ordine, compattezza e pericolosità offensiva.

"Suso non è affatto un problema".

Se da un lato Montella può essere del tutto soddisfatto dei tre punti messi nel sacco, dall'altro Semplici mette le cose in prospettiva, sottolineando però la necessità di fare progressi nella gestione di alcune situazioni critiche in partita. "Possono giocare insieme, ma i tifosi sognano soprattutto se vinciamo le partite". E' un ruolo molto dispendioso, sto valutando.

Andre Silva e la sua capacità di scambiare e servire i compagni liberi.Con Kessiè che spesso si inserisce così, qualche +1 dovrebbe arrivare.

Questa squadra ha la rabbia agonistica giusta? "Il mister mi chiede di pensare prima ad aiutare al squadra e poi al gol". Nelle ultime ore comincia ad emergere l'intenzione di non rinunciare a quasi nessuno dei centrocampisti offensivi più in vista della rosa: Suso, Bonaventura e Calhanoglu. E' successo alla Fiorentina dove hanno condiviso un paio di stagioni lavoro: Leo, scelto dal d.s. Corvino, arrivò per primo. Eppure Montella ammette di rivedersi nel bianconero: "Lo conosco da quando giocava in Argentina e io ero a Catania". Mi rivedo in lui, il direttore Lo Monaco mi disse di aver visto un giocatore identico a me, erano i tempi del Catania ma alla fine lo prese il Palermo'.

Comments