Diego J. Maradona: "Gol Mertens come quello di papà ma il suo…"

Adjust Comment Print

E si coccola anche uno dei suoi fuoriclasse ai microfoni di Sky Sport: "Mertens sta continuando a crescere e sta diventando un fuoriclasse: stasera lo ha dimostrato, ed io voglio che lui sia un animale affamato di gol".

A Radio Crc nella trasmissione "Si gonfia la rete" è intervenuto Nando Orsi, attuale allenatore ma portiere della Lazio che subì la rete di Maradona 32 anni fa alla quale è stata paragonata quella di Mertens di ieri.

Questo Napoli scalda il cuore con la sua bellezza: quello dei propri tifosi, ma anche quello degli amanti del calcio. Qui si parla dell'incantevole Napoli di Maurizio Sarri: 5' da sogno e show pazzesco con la Lazio.

Mertens come Maradona? Ma no. Non è il caso di fare paragoni improponibili. "Un gol che è rimasto nella storia", lo avrebbe poi definito l'allora tecnico rossonero Fabio Capello, che vide la sua squadra conquistare la coppa dalle grandi orecchie con un clamoroso 4-0 ai catalani. Curioso come lo scorso anno non si fosse riuscito a mettere in mostra, lo spagnolo. Napoli devastante nella ripresa, con i gol di Koulibaly, Callejon e Mertens a ribaltare l'iniziale vantaggio biancoceleste segnato da de Vrij. Vince la partita che potrebbe segnare destini diversi e imprevisti per la Lazio, passata da un avvio accorto ad una improvvisa flessione, con tre infortuni muscolari e troppi errori difensivi. A trascinare la squadra questa volta è stato Mario Mandzukic, centravanti vecchia scuola trasformatosi ormai da tempo in un'ala-terzino. Cosa avrà bevuto il belga dopo il gol?

Sarri però non si è perduto d'animo: sapeva che ai suoi sarebbe bastato un solo gol per scardinare la porta e sbloccare l'ingranaggio del match. "La Juventus non è di mio gradimento quest'anno, ma a prescindere sta portando a casa risultati ottimi".

Sabato prossimo il derby della Mole, con un Torino ancora imbattuto. Due squadre in vetta?

Comments