Nel M5s chi non lavora fa il premier

Adjust Comment Print

I risultati delle votazioni online saranno consegnati a due notai e annunciati sabato mattina, 23 settembre, dal palco della manifestazione di Rimini. Una meteorina politica, secondo un'azzeccata definizione di Silvio Berlusconi, la quale sembra prestarsi meglio di altre figure - come ad esempio un Alessandro Di Battista o un Roberto Fico - dotate di maggiore personalità e autonomia politica, allo schema di controllo con cui il garante gestisce il Movimento 5 Stelle.

Nonostante i loro generosi sforzi, Di Maio parrebbe leggermente favorito, come si può indiziariamente argomentare dal fatto che il Movimento ha derogato, per la prima volta, a proprie regole che non consentono a persone indagate di candidarsi ed essere eletti. Il merito va premiato" scrive un altro utente mentre tra quelli che tifano Fattori Nando scherza: "Il sistema e' lento, ma si riesce a votare.

Vincenzo Cicchetti (61) - È il più anziano dei candidati di queste Primarie. Consigliere Comunale, nel 2014 si era candidato sindaco di Riccione per il M5s. Il suo motto propone più dualismi che ricalcano la sua filosofia politica: "Sì all'esperienza, alla competenza, al merito, alla fatica, al lavoro serio e responsabile".

- Andrea Davide Frallicciardi, di Figline Valdarno, 39 anni, perito elettronico, impiegato.

Alessandra Severini Le Regionarie del M5S, che hanno portato alla candidatura di Giancarlo Cancelleri per le elezioni siciliane del prossimo 5 novembre, sono state sospese dal tribunale di Palermo.

Domenico Ispirato, 53 anni, geometra napoletano trasferito a Verona. Renzi, partendo comunque da una buona posizione sociale (il padre Tiziano era già dirigente della DC locale negli anni '70 e '80) è stato l'unico che è riuscito a sfidare e scardinare il sistema politico del centro-sinistra, sino alla scissione del suo partito più rappresentativo, il PD.

Nadia Piseddu (28) - Originaria di Vignola (MO), è laureata in ingegneria aerospaziale. E' impiegata presso un'azienda che si occupa di moulding & packaging.

Ad offese e ingiurie su una piattaforma pubblica l'Ordine, a cui i giornalisti fanno riferimento, replica soltanto affermando che si tratta di atteggiamenti molto gravi.

E' un Grillo furibondo quello che lascia Roma dopo aver assistito dalla sua stanza in hotel, quasi impotente, alla bagarre scatenata dall'indizione delle primarie per la scelta del candidato premier. Tra i candidati in lizza spunta anche Elena Fattori, senatrice M5S di Genzano. Al momento al Senato della Repubblica è vicepresidente della Commissione agricoltura. Gianni dice: "mi spiace per Luigino Di Maio: l'ho votato perche' lo apprezzo, ma l'avrei voluto scegliere tra tanti altri che hanno dato il cuore per il Movimento dimostrando impegno, capacita' e competenze".

Alla partita del voto, dall'esito più che scontato visto il rango dei contendenti, si aggiungono due timori crescenti.

Comments