Montella non ha pace: cambia ancora l'attacco del Milan

Adjust Comment Print

E sulla squadra ha aggiunto: "Credo che la squadra abbia un'identità a prescindere dai moduli". Leonardo frequentava spesso il centro sportivo della prima squadra: se Vincenzo organizzava un doppio allenamento giornaliero, Semplici assisteva almeno a uno dei due.

Questa squadra ha la rabbia agonistica giusta?"Io sono sicuro di sì, ci faremo trovare pronti a livello agonistico nelle partite importanti".

Sulla concorrenza in attacco: "La competitività interna è fondamentale per qualsiasi squadra".

Sui calciatori: "Ci sono tanti giocatori giovani, per alcuni ci sono potenzialità enormi ancora inespresse".

Contro l'Udinese il Milan ha mostrato diversi segni positivi ed è riuscito a rendersi pericoloso in fase offensiva in più occasioni. Al fianco di Suso, fresco di rinnovo solo da annunciare: "È un giocatore importantissimo, adesso sarà più sereno". Che in questo momento si chiama Sampdoria. "Con il presidente non c'è stato modo di parlare". Proveremo a essere quelli di sempre: "organizzati, coraggiosi, spregiudicati per provare a metterli il più possibile in difficoltà, sperando che il pubblico possa dare una grande mano". Riesce a stare ad alti livelli, deve più 'Inzaghirsi'. La Spal è un avversario che gioca sulle ali dell'entusiasmo, Montella dovrà dunque deve ponderare molto bene sulle scelte tecniche da effettuare in vista di una partita che il Milan vuole vincere per portarsi a quota 12 punti in classifica. Il Milan è uscito meglio in una ripresa in cui l'Udinese è molto calata, come domenica scorsa: stavolta però stare "sulle sue" non poteva pagare dato il risultato scaturito dai primi 45 minuti.

SU CALABRIA: 'Sto valutando per domani, quello è un ruolo dispendioso'. Come spalla crescono le quotazioni di Suso, ma Cutrone e Kalinic non sono da escludere. Se troverò il decimo modulo in dieci partite si...

Comments