Benevento-Roma 4-0 - Doppietta di Dzeko e due autogol

Adjust Comment Print

Non bastano generosità e coraggio, la Roma ingrana la marcia e trova il raddoppio: il solito Peres se ne va sulla destra e mette dentro per Dzeko, anticipato da Lucioni che beffa il suo portiere firmando uno sciagurato autogol. Con questi tre punti la Roma si è portata a quote 9 in classifica, con una partita da recuperare. "Il Benevento non è affatto una squadra allo sbando, ha perso immeritatamente le gare precedentemente a quella contro Napoli - assicura il tecnico della Roma - Meritava il pareggio e forse qualche cosa in più, sia contro la Samp sia contro il Torino". Centrocampo a tre con Gonalons centrale, Pellegrini a destra e Strootman a sinistra. Alla mezz'ora solo il palo ferma il Dzeko, cinque minuti Gonalons con un passaggio illuminante mette in moto Bruno Peres. Al 24'pt la reazione della Strega: Lazaar ci prova dal limite dell'area, ma Kolarov respinge col corpo. La Roma a questo punto della gara fa girare palla con tranquillità, anche perchè appena i lupacchiotti alzano di un pelo l'asticella, i padroni di casa vanno immediatamente in difficoltà. Al 43'pt ancora Dzeko pericoloso. Al 45'pt ultimo tentativo di Coda, che si spegne debole sul fondo. Neanche il tempo di risistemarsi, che al 52' Edin Dzeko fa partire un gran tiro da fuori area che vale lo 0-3. Per il bosniaco è doppietta.

Partenza arrembante del Benevento, con Puscas che prova a sorprendere Alisson al 3' con un destro debole dalla distanza, bloccato dal brasiliano.

61′ Belec si tuffa e devia in corner il tiro di Pellegrini. Coda al 21', in una delle rare sortite nella ripresa del Benevento, spreca calciando alto sopra la traversa dopo aver sorpreso la retroguardia giallorossa. Venuti interviene malamente e insacca nella propria porta. Ancora una vittoria convincente per la Roma, dopo il 3-0 sul Verona, un successo che permette ai giallorossi di trovare continuità e morale. Non sempre troverà avversari soffici come questo Benevento, ma domarli con autorevolezza e senza patemi d'animo è un segno di maturità importante, in attesa di impegni più probanti e di quando il motore giallorosso arriverà a pieni giri. Questa volta le forche caudine sono per i sanniti.

Benevento (5-3-2): Belec 5.5, Letizia 5, Lucioni 4, Venuti 4, Di Chiara 5, Laazar 5; Chibsah 5.5, Cataldi 4.5, Memushaj 5; Puscas 5.5, Coda 6. A dispsozione: Brignoli, Piscitelli, Gyamfi, Gravillon, Del Pinto, Viola, Kanoutè, Lombardi, Iemmello.

A disp.: Skorupski, Lobont, Manolas, Moreno, Castan, De Rossi, Defrel, Antonucci.

Comments