Colpo Lazio, Genoa KO: Pellegri show, ma Immobile è decisivo

Adjust Comment Print

Sconfitta amaro per Ivan Juric, che era quasi riuscito a strappare un pareggio alla Lazio nonostante i biancocelesti fossero passati due volte in vantaggio. Veloso stende Murgia, punizione per la Lazio calciata da Savic, respinge Perin ma è rapito Bastos ad inserirsi e a gonfiare la rete. E siamo solo al 13'. E ha messo in evidenza il sedicenne Pellegri che nel primo è subentrato a Centurion. Nulla può Strakosha, ingannato da una deviazione.

Primo tempo: Bastos a segno.

Nella ripresa emozioni a non finire. I biancocelesti partono bene, ma il Genoa è attento a chiudere gli spazi e a ripartire in contropiede. 1-1, min. 57, Pellegri. Il Genoa non si schioda da quota uno e nel turno infrasettimanale giocherà ancora in casa, col Chievo. All' 82′ arriva la beffa per il Genoa: un errore di Gentiletti regala a Immobile la palla della vittoria e del bis personale.

Leiva 5,5 - Meglio nella prima frazione quando si piazza davanti alla difesa smistando tanti palloni per i compagni, con l'uscita di De Vrij occupa la posizione di difensore centrale perdendosi Pellegri in occasione del momentaneo 2-2. Il tecnico croato è già in difficoltà, come fra l'altro gli capitò all'inizio dello scorso campionato, e l'avversario di stasera è fra i peggiori che possa esserci. A 12 minuti dalla fine Caicedo penetra in area di rigore e con un preciso diagonale sfiora il palo alla sinistra di Perin non trovando la rete del nuovo vantaggio per questione di centimetri. La doccia fredda è però dietro l'angolo, Gentiletti la combina grossa sbagliando un passaggio da suicidio e liberando Immobile a campo aperto.

Partita contratta nei primi minuti di gioco, ma la Lazio mostra subito di essere sul pezzo e inizia a fare gioco. Sicuramente è una grande soddisfazione questa doppietta, ma c'è rammarico per il risultato che non meritavamo. Il Genoa rientra in gara con il giovanissimo Pellegri, autore di una doppietta straordinaria, ma il Grifone non fa i conti con Ciro Immobile che per due volte punisce Perin.

Comments