Show del Napoli contro il Benevento, 6 gol al San Paolo

Adjust Comment Print

Passano soli 2' di gioco ed il Napoli è in vantaggio: azione portata da Allan che scarica per Mertens, il folletto belga calcia in porta, Belec respinge ma sul pallone arriva ancora Allan a ribadire in rete. Tre minuti dopo eco il tris: Insigne crossa al centro per Mertens che con un tocco al volo batte Belec. Non è che si può pensare molto in avanti. Spesso affrontiamo anche squadre di paesi che tutelano di più le squadre che giocano in Champions rispetto a noi, come è accaduto con lo Shakhtar che ha avuto un giorno in più di riposo.

"Penso di no. Penso che ci siano molte più partite dure e difficile rispetto ad altri campionati".

Sono attesi circa 45.000 spettatori allo stadio San Paolo per la sfida tra il Napoli di Maurizio Sarri e il Benevento di oggi alle 15. Cominciare a cambiare il trend proprio al San Paolo non è impresa delle più semplici ma Baroni, dove qua vinse da calciatore lo scudetto con il Napoli segnando il gol decisivo contro la Lazio, stavolta più che mai insegue oltre a una bella prestazione soprattutto un risultato positivo.

In un primo momento avrebbe voluto far tirare il secondo rigore concesso ad Hamsik, ma successivamente è arrivata la decisione contraria. É un incontro storico visto che le due compagini, entrambe Campane, si affrontano per la prima volta nella massima serie in questo particolare derby.

Nel finale c'è un po' di spazio anche per Rog, ma la partita non si schioda più dal 6-0 finale. Quasi para il primo penalty di Mertens. Ripetendosi, sempre dagli undici metri, poco prima della fine del match per il fallo guadagnato da Ounas firmando così la tripletta personale e il definitivo 6-0. Poco meno di un quarto d'ora e la gara è già in archivio. Il Napoli è padrone assoluto del campo, ed al 32' cala il poker: Insigne lancia Ghoulam, passaggio di ritorno troppo lungo che si rivela un preziosissimo assist per Callejon che tira fuori l'istinto da cecchino e per il pipelet sloveno non c'è scampo.

Mertens 8,5 - Fa ammattire tutti.

Allan 7,5 - Andrebbe smontato per capire che motore monta.

Il Napoli va in campo con la stessa formazione di sempre, il collaudato 4-3-3 con Allan, Jorginho e Hamsik a centrocampo, a supportare il trio d'attacco composto da Mertens, Insigne e Callejon. A disp.: Rafael, Sepe, Mario Rui, Maksimovic, Chiriches, Maggio, Zielinski, Diawara, Milik.

BENEVENTO (4-4-2): Belec; Venuti, Lucioni, Antei, Letizia; Di Chiara, Cataldi, Memushaj, Lazaar; Armenteros, Coda.

Comments