Roma-Atletico Madrid, Simeone: "La Champions prima o poi arriverà"

Adjust Comment Print

La Roma guidata da Eusebio Di Francesco esordirà fra le mura amiche dello stadio Olimpico contro l'Atletico Madrid di Diego Simeone. Un match impegnativo a detta del tecnico argentino. Noi, Roma e Chelsea abbiamo tutte le stesse possibilità, abbiamo tutti delle rose compelte. Ora penso solo all'Atletico, parlo con poca gente prima delle partite (in riferimento ad amici laziali che gli avrebbero mandato messaggi di incoraggiamento ndr), e mi concentro sulla Roma, rapida sulle fasce e forte a centrocampo. C'è però anche un'altra statistica, ben più temibile, che dovrebbe allertare i giallorossi: l'Atletico Madrid in Champions League non ha mai perso nella sua storia con una squadra italiana. Imitare una realtà costruita con saggezza ed equilibrio, con scommesse in campo trasformate in certezze con il tempo: l'Atletico non ha potuto fare mercato perché bloccato dall'Uefa fino a gennaio, ma Simeone non l'avrebbe fatto ugualmente. "La sfida continua a raddoppiarsi, c'è vita qui all'Atletico".

I giallorossi non hanno giocato questo week end per via dell'allarme maltempo a Genova - da calendario c'era la gara contro la Sampdoria al Ferraris. Nel calcio si dice che la partita più importante è quella successiva. Lo streaming sarà dunque garantito dal servizio Premium Play, disponibile per tutti gli abbonati sia da computer che da dispositivi mobili come smartphone e tablet. Sicuramente abbiamo potuto preparare questa sfida con calma. Quello che io voglio dalla squadra è un'organizzazione ben precisa, restando corti, giocando insieme e di essere competitivi in ogni situazione di gioco. "La squadra ha una sua identità, sa quello che vuole. Quest'anno possiamo tornare a giocarla con grandi avversari, da giocatore è la cosa più bella che ci possa essere". Ha raggiunto due finali e non ci si arriva per caso, significa che c'è un lavoro importante alle spalle, fisico, tecnico e mentale.

Le due finali perse rimangono un orgoglio o sono un rammarico? Sono quattro le trasferte consecutive di UCL con almeno un goal preso da parte della squadra di Simeone che schiera il solito 4-4-2 con Torres e Griezmann in attacco.

In ultimo, Di Francesco ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa sull'eccessivo chiacchiericcio intorno la sua Roma: "E' anche logico venire un po' dimenticati dopo l'ultimo weekend, ma pensiamo a questa partita, cerchiamo di far parlare bene di noi".

Comments