MotoGP, Dovizioso: "A Misano per portare a casa il miglior risultato"

Adjust Comment Print

In attesa di scoprire come si comporrà a Misano la griglia della partenza della MotoGp, facciamo un passo indietro a un anno fa, al Gran Premio di San Marino del 2016. Per "quelli che restano" invece, dovranno vedersela con lo spettacolare layout del circuito sammarinese, lungo circa 4200 metri riempiti con 16 curve, di cui 10 a destra e 6 a sinistra.

Con il senno di poi è stata una stupidata o è l'ortodossia dell'allenamento che un pilota deve fare?

Se fossi un tifoso sfegatato di Valentino Rossi cosa consiglieresti di farci con il biglietto?

Lo spagnolo della Honda vuole mettersi alle spalle la caduta di Silverstone che gli è costata la testa del Mondiale. Ora siamo a Misano e cercheremo di mantenere la stessa mentalità. Poi, sarà tempo di correre davvero. Piazzamento costante anche per Andrea Dovizioso, sesto sia al sabato sia sulla linea del traguardo domenica. Infine gli viene chiesto dei tempi per il suo recupero: "Dipende da come sta la gamba. Ci sono sempre tantissimi appassionati e si corre in un'atmosfera incredibile". Aarà difficile infatti per Valentino mantenersi vicino ai primi in classifica iridata. Sto abbastanza bene, anche se devo ammettere che fa male essere qui e la procedura per tornare a posto è lenta e noiosa, bisogna aspettare che la gamba si sgonfi. E' un po' una delusione dopo la bella gara di Silverstone, perchè speravo di venire qui e andare forte: "magari avrò dei problemi oppure andra tutto bene". Nella mia testa ho pensato subito a Motegi, ma vedremo nei prossimi giorni se potremo procedere a velocità più elevata.

Questo il suo commento: "Tagliare il Parmigiano è una cosa pericolosa". Sono andato in ospedale il giorno dopo, e non è stata una bella esperienza con i dottori. "Il mio dito? Me lo sono tagliato grattuggiando il parmigiano!". Guardando la situazione adesso, sulla carta e senza nemmeno avere messo le ruote in pista, è veramente difficile dirlo.

Riprende Bartoletti: "Mi sono accorto che mai come prima questo ragazzo ha risvegliato il mio orgoglio forlivese". Cerchiamo di fare del nostro meglio sia in pista che ai box.

La F1 ha lasciato Monza con un po' di sapore amaro nella bocca della Ferrari, che pero dovrebbe aver affrontato l'ultimo degli scogli di questa stagione e (forse) può ricominciare a dare battaglia alle Mercedes già dal prossimo GP. "Con Iannone giochiamo sempre, ma io mi voglio concentrare sul campionato".

Felice anche Danilo Petrucci per essere il più veloce del Venerdi: "Sono contento e sarebbe bello fare la pole position domani".

Malgrado le defezioni illustri, complice anche l'ottimo potenziale tricolore nelle cilindrate inferiori (dove spiccano, su tutti, i nomi di Romano Fenati e Franco Morbidelli), i motivi per stare domenica incollati davanti alla tv fin dalle 11.00 non mancano.

Comments