Monza, scattano davanti le Mercedes

Adjust Comment Print

Raiuno. Solitamente gara più vista sul piccolo schermo del mondiale, il Gran Premio d'Italia viene trasmesso da Raiuno alle 14 con telecronaca di Gianfranco Mazzoni affiancato da Ivan Capelli al commento tecnico e con le analisi di Giorgio Piola oltre che gli interventi dai box di Ettore Giovannelli e Stella Bruno.

Per la Ferrari negli ultimi anni la prima fila era una chimera, mentre adesso è quasi una costante per le Rosse, anche se battere le Mercedes sul giro secco resta in ogni caso un'impresa assai difficile. Che è un evento anche per Milano, e anche per tutta la regione. Credo che siamo in una via di mezzo, in cui i vecchi sistemi di trasmissione, come le TV a pagamento o i giornali, siano in difficoltà rispetto al potenziale dei social media e del mondo del web, che credo debba ancora essere apprezzato e sviluppato a dovere.

Alla Roggia, così come alla Ascari, la visione del vivo è in realtà più ingannevole delle riprese televisive su un aspetto importante: la rilevazione del punto di staccata. "La gente si aspetta molto da noi, ma per ora il nostro obiettivo è scendere in pista e cominciare a girare: poi si vedrà". Nella patria del Cavallino, la Mercedes vuol dimostrare che la lotta è agguerrita e più aperta che mai. Tempi che non hanno nessuna valenza visto che solo 7 piloti ne hanno messo uno a referto. Si provano, comunque, le gomme da bagnato. Il pilota calabrese della Ferrari Driver Academy invece aveva un segmento di frenata leggermente più lungo e soprattutto correggeva almeno una volta l'inserimento, perdendo tempo. Il team ha cercato di ridurre al massimo il carico aerodinamico per favorire le prestazioni nei lunghi rettilinei dell'Autodromo di Monza, nel tentativo quindi di ridurre il gap con Ferrari e Mercedes. Insomma, come dicevamo, velocità allo stato puro.

"Credo che il futuro della F.1 sia internet".

Raikkonen - "Non è stata una giornata molto semplice, non sappiamo per quale motivo". In quest'occasione ci saranno anche Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, i principali favoriti per la vittoria, che guideranno rispettivamente una Alfa Romeo 8C 2300 Le Mans del 1931 e una Mercedes 300 SL Roadster del 1956.

Comments