Marquez amara sorpresa: "Non mi aspettavo Rossi secondo"

Adjust Comment Print

Brutto crollo per Lorenzo, che nei primi giri bagnati era apparso fortissimo, ma soprattutto per Rossi. "Ma come abbiamo visto Dani, Vinales, Rossi e Dovizioso sono li e questo mondiale sarà lungo e molto difficile", ha concluso lo spagnolo della Honda leader della classifica mondiale. Vinales sale al terzo posto sopravvanzando Crutchlow e Petrucci, intanto Rossi continua ad andare un secondo più forti di quelli davanti e si avvicina prepotentemente al podio. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies leggi l'informativa estesa. "Così ho provato a usarla in gara per spingere i primi giri, ma la pista era troppo asciutta questo pomeriggio e ho sbagliato". Appuntamento per le qualifiche del sabato e per la gara di domenica per scoprire chi riuscirà a vincere il GP di Brno e per vedere chi potrà seriamente ipotecare il titolo, quando si è arrivati praticamente a metà stagione, prima della pausa estiva.

JORGE LORENZO (15°) - "Quando Valentino mi ha passato, ero nel T4 e ho deciso di tornare ai box per cambiare le gomme". "Considerando che un giro in più vale 10" lì mi sono giocato il podio." . Al restart, però, i nostri non sono più riusciti a fare la differenza, e ad approfittarne è stato Thomas Luthi: allo spegnimento dei semafori rossi lo svizzero è scattato alla perfezione e già alla prima curva è andato a prendersi una testa della corsa che non ha più mollato fino alla bandiera a scacchi.

Strategia perfetta ma anche fortunata per le due Honda. "È solo il primo giorno ma dobbiamo lavorare, specialmente sul bilanciamento della moto che non è ancora ok, il feeling però non è così male". Un risultato che non sorprende più di tanto il box Honda, a metà luglio in pista proprio a Brno per alcuni test le cui indicazioni si sono rivelate utilissime per Marquez. "Stamattina ho visto che con la morbida davanti la moto va molto bene e oggi si è visto - ha aggiunto ai microfoni di Sky Sport -".

"Siamo stati un po' sfortunati e un po' somari perché bastava fermarsi un giro prima". "Pensavo di perdere punti qui, invece ne ho guadagnati, anche se pochi". In tale frangente è eccellente il recupero del fantino di Sabadell, che si riporta in un breve lasso di tempo in seconda posizione, consolidando il piazzamento a suon di giri veloci. Via via cambiano la moto tutti i piloti (caos in pit lane, Iannone scivola addirittura a terra senza conseguenze), Rossi passa al comando e tenta l'azzardo, non rientrando subito ai box, con lui Dovizioso.

Comments