Ultime notizie di calciomercato, Inter: tutto su Vidal

Adjust Comment Print

Il coordinatore tecnico dei club di Suning ha usato parole pesantissime contro i rossoneri, spiegando così le strategie sul mercato nerazzurre: "l'Inter è una società di grande prestigio e quindi non hanno dovuto combattere troppo per avermi".

"Non dobbiamo rispondere ad altre società, ammiro quello che sta facendo il Milan ma non è il nostro modello". L'Inter di suo è una garanzia e lavoreremo benissimo. Abbiamo professionisti eccezionali come Ausilio e Gardini, che lavorano con cognizione di causa. Ho visto il disagio tra lui e la Roma e ho detto l'Inter si mette a disposizione, ma è un loro giocatore. L'unica certezza al momento è che i prezzi dei giocatori dell'Inter li fa l'Inter, e che Perisic è formidabile. Ma sul montenegrino ci sarebbero anche club italiani, come la Roma.

Inter in crisi di identità negli ultimi anni con la perdita di tanti personaggi come Moratti, Tronchetti, Facchetti, Oriali. L'Inter ha fatto un'altra scelta preventiva e i tifosi devono esserne consci. L'ex presidente Pellegrini mi ha riservato il proprio benvenuto. Pallotta dice che Monchi è il miglior direttore sportivo al mondo ed io sono d'accordo.

Si torna sulla decisione di scegliere Capello per lo Jiangsu e Spalletti per l'Inter: "Capello è una persona carismatica, che in carriera ha vinto tanto, anche grazie ad un pizzico di fortuna, oltre che bravura". Penso che sia una possibilità molto importante dell'Inter, ma la ritengo un'operazione quasi impossibile. Stiamo riselezionando il gruppo di lavoro in base ai segnali che ci stanno dando i ragazzi in questa settimana in montagna e nella tournée. Il nome roboante rassicura anche me perché poi artrivano i tifosi a fare gli applausi, ma noi abbiamo preso questo ragazzo che è molto forte. "Venne da me e mi disse che avevamo il terzino più forte d'Europa, e tutti lo sbeffeggiavano".

Le difficoltà dell'operazione Vidal per l'Inter. Allo stato attuale, però, non si è ancora presentata una visione differente tra me e Ausilio: lui sa quello che deve fare, io sono un suo supporto. Nainggolan? Nainggolan è un giocatore che è sempre nella mia testa. "Certo, fosse per me lo prenderemmo subito".

"Serve qualcuno che segni quei gol che se no fa solo Icardi". Faremo le cose necessarie e giuste affinché la squadra possa avere la giusta spinta per competere ad alti livelli. Il croato vuole cambiare aria, attratto dal Manchester United di Mourinho, mentre il montenegrino non rientra nei piani di Spalletti e si cerca una nuova sistemazione.

"A Spalletti piace molto ma in quel ruolo arriverà qualcun altro e vedremo cosa succederà". E' molto generoso e coraggioso.

Comments