Gp Austria, Hamilton domina le prime libere, quarto Vettel

Adjust Comment Print

Era attesa la pioggia ma non è arrivata. La sostituzione è avvenuta nella tarda serata di ieri, dunque gli uomini di Brackley hanno già affrontato le sessioni odierne consapevoli della sanzione che sarebbe arrivata inevitabile. Lo stesso Sebastian Vettel, intervistato a libere concluse, si è detto fiducioso per la pole position, in un circuito in cui il distacco reale dalle frecce d'argento è sicuramente inferiore rispetto al gp di Azerbaijan. Dopo il duello di Baku, il britannico e il tedesco si sono trovati ancora una volta fianco a fianco: la pace sancita dalla conferenza stampa, con le scuse del ferrarista accettate dal rivale nella corsa al titolo, potrebbe durare poco. "Secondo parziale per Max Verstappen con la Red Bull in 1'06" 165, davanti alla seconda Mercedes di Valtteri Bottas in 1'06" 345. L'altra Ferrari di Kimi Raikkonen chiude sesta con un ritardo di oltre sei decimi. Completano la top ten Stoffel Vandoorne (McLaren), Daniil Kvyat (Toro Rosso), Fernando Alonso (McLaren) ed Esteban Ocon (Force India).

Bene Kevin Magnussen con la Haas al 12esimo posto, mentre Romain Grosjean ha accusato una foratura dell'anteriore sinsitra per essere finito sui panettoni gialli che delimitano la pista.

Nella zona del fondo è stato irrobustita la zona del fondo che, nella prima parte di stagione, aveva creato parecchie discussioni, in quanto si poteva notare, analizzando attentamente le riprese video, una flessione molto importante. Dimenticavamo, abbiamo provato a farlo firmare davvero dai due piloti.Vi risparmiamo i commenti e i problemi legati a una cosa così banale. Non è stata una giornata così brutta, anche se il risultato non è certo grandioso. In casa del Cavallino c'è inoltre da registrare una profonda differenza in termini di prestazione tra Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, pur considerando come quest'ultimo si sia focalizzato sulla simulazione gara.

Comments