Gp Baku, Ricciardo vince davanti a Bottas. Vettel quarto

Adjust Comment Print

18° giro - Safety car di nuovo in pista per pulire la pista dai detriti. "Forse Seb era un po' sovraeccitato", ha detto difendendo il pilota della Mercedes. La trama è chiara: la vittoria del Mondiale se la giocheranno Sebastian Vettel e Lewis Hamilton.

Al tredicesimo giro in pista la Safety Car dopo il ritiro di Kvyat della Toro Rosso. Una ruotata che costa cara al pilota Ferrari che è stato penalizzato con uno stop&go di 10 secondi e 3 punti tolti sulla patente della superlicenza. Il finlandese ha avuto un contatto con Bottas nel primo giro, poi ha provato a risalire ma si è ritrovato con una foratura per avere centrato dei detriti. I due piloti rispettivamente primo e secondo dietro alla vettura di sicurezza si tamponano perché l'inglese rallenta eccessivamente e subito il tedesco che affianca l'inglese e in segno di protesta gli dà una ruotata.

"Palla ai commissari. Che hanno deciso di punire Vettel con 10" di penalità.

Hamilton scorretto? Quel tanto che basta ma visto che dietro c'era un 4 volte campione del mondo, fesso Vettel ad abboccare. È stata una gara nella gara, con una partenza molto impegnativa e un Bottas molto aggressivo. Davanti ok Hamilton, poi Vettel e Perez. Fortunatamente i punti persi hanno una scadenza annuale, perciò dopo Silverstone Vettel potrà "recuperare" i 2 punti persi lo scorso anno per il contatto con Felipe Massa in terra inglese. Sono mancati gli schiaffi finali, appena scesi dalla macchina, ma il concetto ci sta tutto. Quindi tornando sulla frenata incriminata, conclude: "Non è vero che ho frenato improvvisamente. Probabilmente lui non ha guardato".

Da parte sua Hamilton respinge ogni critica sul suo atteggiamento in pista: "E' visibile cosa è successo, è chiaro quello che è accaduto. Il campionato rimane apertissimo e la Mercedes mi offre grandi garanzie per le prossime gare, che conto di vincere".

ARRIVABENE "Non è nel nostro stile recriminare".

Gara molto vivace quella vinta ieri da Ricciardo che ha preceduto Bottas e Stroll arrivati praticamente appaiati, solo un decimo li ha divisi al traguardo. Un fallo di reazione che i giudici mettono sotto inchiesta. L'importante è guardare avanti e fare le cose fatte bene. Questa è la Ferrari, non molla mai e non molleremo mai. Ne fa le spese Raikkonen che prende un detrito e buca la posteriore destra.

RICCIARDO ISPIRATO - Alla ripartenza, eccezionale manovra di Ricciardo che guadagna la terza posizione passando le due Williams alla curva uno. Frenando in quel modo dietro la Safety Car non ha messo in pericolo soltanto me, poteva creare problemi anche a tutti gli altri piloti. Dal canto suo, però, ribadisce il fatto che la penalità sarebbe stata giusta per entrambi e non solo per lui.

Comments