Ricciardo vince il GP dell'Azerbaijan

Adjust Comment Print

Sesto posto per Esteban Ocon su Force India, settimo Kevin Magnussen sulla Haas.

In regime di safety car Hamilton rallenta parecchio e Vettel lo tampona leggermente, scatenando una polemica tra i due, con il tedesco della Ferrari che lo manda a quel paese e lo affianca colplendolo con una ruotata. Certamente lo ha detto (o pensato) Maurizio Arrivabene a Sebastian Vettel. Due dei piloti più caldi della Formula 1 hanno messo in scena per qualche giro uno spettacolo non poco emozionante terminato però con il ritiro di Verstappen ancora una volta tradito dalla sua Red Bull. Per di più in un punto dove giocoforza si deve nuovamente accelerare, essendo in uscita da una curva lenta, e perciò in maniera inaspettata. Il tedesco del Cavallino Rampante allunga in classifica piloti. Ottimo il suo doppio sorpasso sulle Williams dopo la prima safety car. "Criticare troppo può sembrare inelegante, ma nel dubbio mi sembra che non si dia ragione alla Ferrari". Al giro n.7 Ricciardo rientra ai box perchè un detrito è andato ad infilarsi nella parte anteriore della RB13.

2° giro - Si ferma lungo la pista la Toro Rosso di Kvyat, per rimuovere la vettura il direttore di corsa manda in pista la safety car. Proprio i detriti causano una foratura a Kimi Raikkonen costretto al ritiro. Una vera sfortuna per l'olandese.

"Se mi aspettavo di vincere?"

47° giro - Bottas, Vettel e Hamilton si scambiano più volte il giro veloce. L'olandese scatterà quindi dalla terza fila al fianco della Force India di Sergio Perez. Il problema è che non si fa così perché è pericoloso per chi sta dietro. Alle spalle delle Mercedes scatteranno le Ferrari, con Kimi Raikkonen terzo e Sebastian Vettel in quarta posizione, nonostante il cambio dell'unità motrice per una perdita d'acqua. Il britannico si è dovuto fermare ai box per un problema singolare, legato alla protezione della testa sulla sua monoposto che tendeva a staccarsi in fase di accelerazione. Quindi tornando sulla frenata incriminata, conclude: "Non è vero che ho frenato improvvisamente".

BOTTAS E' quasi incredulo Valtteri Bottas del secondo posto nel Gp dell'Azerbaijan.

"La manovra di Hamilton?". Il leader del campionato sale al 4° posto con l'alfiere della Stelle a tre punte in quinta piazza.

Dopo 10 giri bella la lotta tra Verstappen e Perez per la terza posizione. La macchina era molto competitiva, con un ottimo passo. Soffrivamo solamente sul rettilineo, nei confronti di Mercedes. Stava per ritirarsi Raikkonen ma la sosta lunga dopo la bandiera rossa ha consentito ai meccanici di riparare i problemi ma non abbastanza per portarlo a prendere punti. Sapevo che oggi sarebbe stata una giornata diversa e sapevo che, stando lontano dai guai, potevo ottenere un gran risultato" - continua l'italo-australiano - "Devo ringraziare il team, è stato piacevole riportare la vettura a casa.

Comments