MotoGp: strepitoso Valentino Rossi ad Assen, secondo Petrucci. Dovizioso leader in classifica

Adjust Comment Print

Pericolo pioggia - A dieci giri dalla fine Andrea Dovizioso ha cominciato a girare costantemente mezzo secondo più veloce di tutti gli altri in pista ed in poche tornate è arrivato a prendere e scavalcare prima Zarco, poi Marquez e Petrucci, mettendosi dietro a Valentino Rossi.

La gara vede progressivamente in bagarre Rossi, Marquez e Zarco, almeno per i primi venti giri. A -16 Il 'Dottore' supera anche Marquez, mentre Vinales continua la sua rimonta dall'11esima posizione, portandosi al sesto posto. Con Viñales fuori gioco, Valentino sapeva che non poteva sbagliare.

La partenza e il ritmo In avvio di gara Petrucci perde una posizione a vantaggio di Valentino Rossi, 3° alle spalle di Zarco e Márquez.

Tema Ducati: Andrea Dovizioso ha firmato il quarto crono della giornata mentre Jorge Lorenzo, nonostante alcuni giri interessanti, si è fermato in 14ª posizione e domani dovrà faticare molto per riuscire ad avvicinarsi agli avversari.

Una gara meravigliosa e che Danilo Petrucci ha vissuto da grande protagonista.

MotoGp, la classifica aggiornata al 25 giugno 2017.

.

Infine, ha riservato una tirata d'orecchie a Johann Zarco per il leggero contatto che i due hanno avuto al 12esimo giro a cavallo tra le curve 3 e 4: "Io oggi ho capito che Zarco non è cattivo. E perché dopo un anno sono tornato a vincere, e adesso sono terzo in classifica". I giochi sono riapertissimi in ottica titolo, anche perché lo spagnolo oggi è caduto. Il problema è che da una domenica all'altra cambia tutto, quindi vedremo al Sachsenring. "Il nuovo telaio? Non so, di sicuro con questo telaio riesco a guidare meglio come più mi riesce meglio". A 38 anni il campione italiano dimostra ancora una volta di essere assolutamente competitivo anche in questa stagione del moto mondiale. Dopo una bellissima battaglia con Valentino, riesce a portarsi a casa il secondo posto, dimostrando una maturità ormai raggiunta. Del resto, rischiare oltremodo per un terzo posto, quando guardi tutti dall'alto del primo posto mondiale, sarebbe stata un'enorme cazzata. A rendere più insidioso il programma di lavoro dei piloti è stata la pioggia, caduta ad intermittenza e che ha anche costretto i piloti ai box per buona parte della sessione. "Comunque la tuta era nuova e me la deve ripagare.".

E' un Danilo Petrucci veramente arrabbiato quello che ha parlato dopo il Gran Premio d'Olanda, ottava tappa del motomondiale 2017.

Comments