F1: Hamilton e Vettel si tamponano

Adjust Comment Print

Daniel Ricciardo a sorpresa riporta sul gradino più alto del podio la Red Bull, il simpatico australiano regola la Mercedes di Bottas, che sulla linea del traguardo supera il sorprendente diciottenne della Williams Lance Stroll. Pugno di Toto Wolff e rabbia di tutti nei box Mercedes, ma nello stesso giro arriva la penalità di stop&go di 10 secondi per Vettel (per "guida pericolosa" nella manovra descritta sopra). Settimo Magnussen veloce con la Haas-Ferrari, ottavo Sainz che come sempre positivo porta ancora punti in casa Toro Rosso. In classifica Vettel ha 14 lunghezze di vantaggio su Hamilton e 42 su Bottas. Quarto Vettel che resta leader Mondiale e 5° Hamilton. La Safety Car lascia il tracciato ed alla ripartenza arrivano altre emozioni. Bottas che gli ruba il secondo posto al fotofinish dopo che Hamilton aveva chiesto alla squadra di rallentarlo per rallentare così anche Vettel infilato in mezzo alle due Mercedes. Si ripartirà dietro la Safety Car con Hamilton davanti a Vettel e Massa.

Baku. La pista è folle, commissari con poca esperienza sì ma anche con strutture difficili da gestire senza via di soccorso, infatti i problemi e le safety ci sono stati a ripetizione. Kimi Raikkonen si è dovuto ritirare.

18° giro - Safety car di nuovo in pista per pulire la pista dai detriti.

2° giro - Il Cavallino di Kimi un po' azzoppato prosegue al quinto posto, la Freccia d'Argento di Valtteri, invece, è molto danneggiata e deve rientrare ai box per sostituire l'ala anteriore e lo pneumatico anteriore destro. Quello che ha fatto è stato davvero scorretto. Discorso identico per la Force India con Sergio Perez che si accoda in fondo al gruppo. Niente male. Ma è stato solo il primo dei colpi di scena della giornata.

Ma anche Hamilton non è soddisfatto: "Posso solo dire che Vettel non ha avuto un comportamento adeguato a un 4 volte campione del mondo oggi".

Incidente Hamilton-Vettel a Baku: penalizzazioni per i piloti?

La Ferrari si è aggiudicata la seconda fila per il rotto della cuffia: Raikkonen è terzo, quindi Vettel. Vettel si difende lamentandosi dell'improvviso rallentamento di Hamilton ma quella manovra di Seb, in questo GP ha fortemente penalizzato il britannico.

"Credo che il risultato sia buono ma non sono del tutto contento".

Comments