Donnarumma, Raiola: "Via dal Milan per clima ostile non per soldi"

Adjust Comment Print

Due nomi tra i principali candidati a prendere il posto di Donnarumma che, al di là delle dichiarazioni di facciata, è destinato a lasciare Milanello, a far rientrare i cinesi' di qualche milione speso finora nel mercato. riproduzione riservata ®. Fassone ha precisato anche che la situazione contrattuale del 18enne è chiara: "Per noi, Donnarumma è incedibile, perciò l'anno prossimo sarà al Milan".

" Delle minacce di morte l'ho appreso da Raiola, io ero rimasto a delle critiche feroci e piccate dei tifosi verso Raiola e Donnarumma". Non è stato un problema di soldi. Sembra tanto che si è preparato (come al suo solito) la versione giusta da presentare pubblicamente per poi passare all'azione. Come loro di me. Finché si rimane in questo ambito, si può capire la reazione di chi si è sentito tradito da un giocatore che è nato e cresciuto con questa maglia. "Non ci è stata concessa serenità da parte del Milan". Anche il discorso relativo alla clausola non è stato affrontato.

E qui potremmo anche far finta di crederci, anche se tappandoci naso e bocca e facendo defluire le risate dalle orecchie.

Fassone ha praticamente risposto a distanza a Raiola in due interviste, una alla Gazzetta dello Sport e una al Corriere della Sera. Sbugiardandosi da solo senza neanche accorgersene. E' complicato trovare una società che lo voglia subito, disposta a spendere decine di milioni di euro (si parla di 20 o 40), visto che a gennaio potrà mettersi d'accordo con lui e rilevarlo nell'estate 2018 a parametro zero. Si firmava a ottobre, dicembre: che fretta c'era? A seguire l'intervista di Marco Fassone, in risposta alla conferenza tenuta dallo stesso Mino Raiola (a casa sua), dopo la partita dell'Italia Under 21. Questa la presa di posizione della Curva Sud del Milan, che ancora una volta punta il dito contro Mino Raiola, il procuratore a cui gli ultrà imputano la decisione del portiere di non rinnovare il contratto.

Dopo aver fatto questo chiarimento, ampio ma inevitabile viste tutte le notizie che stanno fuoriuscendo negli ultimi giorni, andiamo ad analizzare il fatto: Gianluigi Donnarumma, alla tenera età di 18 anni, è il portiere titolare di una squadra che trasuda storia quale il Milan. Quello che fa lo fa nell'interesse del Milan. Insomma, l'olandese si sbloccò e le cose andarono bene, a Zemanlandia. Lo striscione sotto la sede non è stato rimosso, così come non gli è mai stata espressa solidarietà.

"Ambiente ostile" - così esordisce Mino Raiola.

"Sento puzza di mobbing " Starò molto attento, sento puzza di mobbing. "Io Ho conosciuto a Maggio Li, è come non esistesse, per questo ho tutelato il mio assistito". Queste le parole del procuratore: ": "Lui voleva restare, ma la frase di Mirabelli 'o firmi o non giochi' lo ha colpito.

Comments