MotoGp, boom Dovizioso: è terzo nelle quote per il titolo

Adjust Comment Print

Abbiamo lavorato bene nel week end, lavorato su piccoli dettagli che in gara hanno fatto la differenza": "così un raggiante Andrea Dovizioso al traguardo di Montmelò dove ha vnto il Gp di catalogna, il secondo di fila dopo quello del Mugello. Non serve pensare al mondiale in questo momento perchè di cose da migliorare ancora ce ne sono e gli avversari sono tanti e agguerriti.

Quindi Pedrosa e Rossi, con 84 e 83 punti.

Pedrosa si porta in testa alla gara con Dovizioso che salta Marquez portandosi negli scarichi della Honda numero 26. Ora Dovi è secondo nel mondiale grazie alla sua vittoria ma anche alla debacle delle Yamaha, con Rossi che chiude ottavo e Vinales addirittura decimo.

Dietro i tre piloti sul podio, ottima prestazione di Jorge Lorenzo, in testa nei primi giri per poi cadere fino all'ottava posizione. "Abbiamo provato anche un set up al pomeriggio che mi ha regalato un maggior feeling all'anteriore".

A un terzo di gara, mentre le gomme hanno il primo importante degrado e i tempi iniziano a salire, comanda un poker di piloti - Pedrosa, Dovizioso, Marquez e Folger - con Petrucci quinto in caccia.

JORGE LORENZO 8-: Per alcuni giri il maiorchino è sembrato il "martillo" dell'epoca 3 diapason.

"Abbiamo ottenuto un altro risultato meraviglioso dopo la splendida vittoria di sette giorni fa al Mugello - afferma Luigi Dall'Igna, direttore generale di Ducati Corse -". Grande rimonta di Lorenzo che parte benissimo, perde posizioni, poi chiude al quarto posto. Ora si comprende perché la Ducati ha investito su di lui.

La nuova classifica piloti della MotoGP vede Maverick Vinales ancora in testa con 111 punti. Lo spagnolo resta però in piedi agganciando la terza piazza seguito da Dovizioso e Aleix Espargaro poi Folger.

Marquez riesce a ricucire il piccolo strappo che Lorenzo aveva provato a mettere tra sé e gli altri ed alla 13 passa Lorenzo.

In MotoGp il protagonista assoluto di oggi è dunque Andrea Dovizioso, non solo per la vittoria di Barcellona, ma anche per il notevole miglioramento in classifica. La potenza della sua Ducati gli permetterebbe di sorpassarlo agevolmente in rettilineo, ma Dovi attende il momento giusto, per non pagare il calo delle gomme. Si forma quindi un trenino composto da Bautista, Lorenzo, Zarco e Rossi per la settima posizione. Percorso inverso per Maverick Viñales che è sempre stato nelle retrovie ma nel finale è riuscito a recuperare concludendo in decima posizione.

ATTACCO FINALE L'attacco di Dovizioso arriva al sedicesimo giro: sorpassa Pedrosa in staccata e prende il comando della gara. Intanto Dovizioso comincia a incrementare il suo vantaggio.

Comments