Nba: Golden State ad un passo dal titolo

Adjust Comment Print

Nei Cavaliers LeBron James centra 39 punti, 11 rimbalzi e 9 assist, mentre Kyrie Irving si porta a casa 38 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

Parlare di ipoteca del titolo Nba dopo solo due gare non è mai prudente, soprattutto ricordando che la finale dello scorso anno fra le stesse contendenti fu segnata proprio da una rimonta dalla stessa situazione di 2-0.

"Sì, è vero, ma stanno bene" ha dichiarato Green. Dicevamo della bontà degli adattamenti in corsa di Steve Kerr. "Warriors, riecco i fantasmi?"

Nella storia delle Finali, chi è salito sul 3-0 non ha mai perso la serie, e in otto casi su dodici ha anche chiuso i conti immediatamente, nel quarto atto.

I Cavs hanno fatto tutto ciò che era loro possibile, forse anche qualcosa oltre, ma hanno sbattuto anche in gara 3 contro i Warriors e un Durant che mette le mani sul trofeo di MVP. Messi schiena a terra dalla multiforme panòplia tattica e tecnica di GS, che ha tirato 11 volte meno, ma chiudendo al 52% totale dal campo con un ingiocabile 28/46 (61%) da 2.

Nba Finals, le pagelle di gara-4: Irving e James, coppia da 10.

Come sempre, il controverso georgiano dei Golden State Warriors è risultato al centro della scena. Golden State è stata aggredita fin dall'inizio, non riuscendo a trovare il modo di pareggiare la fisicità avversaria. Parziale di 7-1 per i Warriors in avvio ed allora tocca di nuovo al Re che lascia la panchina e prova ad accendere la luce per i suoi. "Pensavo l'avessero dato a Draymond". Golden State era già sotto 100-85 a quel punto, schiacciata dallo storico primo tempo dei Cavs.

L'altro fenomeno dei Warriors, Curry, nel terzo quarto ha messo a segno un canestro clamoroso, con annessa tripla finta a LeBron James. Sembra che tutta l'inerzia sia dalla parte dei Cavs, ma Thompson ha letteralmente incendiato la retina nei primi dodici minuti e vanificato così tutta la forza d'impatto della Quicken Loans. Golden State apre l'ultimo quarto con due triple, poi incassa la reazione dei Cavs, che con LeBron allungano sul 124-105.

Inoltre, c'è anche il capitolo cibo, bevande, merchandising e parcheggi: secondo Espn, la stima è di 35 dollari a persona per gara-5 (40 per gara-7), di cui solo la metà finiscono ai Warriors tra commissioni e tasse. Rimbalzi: Thompson 10, James 10. Ecco che, quando Green esce dal match per problemi di falli, Golden State propone un quintetto quasi inedito (8 minuti in stagione) che però frutta subito un vantaggio di 14 punti per un net rating di +16.0.

Comments