Dup, accordo di principio su governo May

Adjust Comment Print

Ma non è detto che il leader Labour riesca nell'impresa di formare un Governo.in ogni caso avrà cinque giorni per provarci. Il Primo Ministro conservatore ha sottolineato, anche se con un po' di riluttanza, che questa decisione è stata presa per garantire stabilità negli anni futuri "perchè il Paese vuole unirsi, ma Westminster divide" facendo riferimento ai progetti sulla Brexit. Il risultato scaturito dalle urne è stato però opposto: un Hung Parliament (Parlamento Appeso), denominazione con cui i cittadini Uk indicano l'assenza di una maggioranza assoluta. Ma May va avanti.

La sterlina, è crollata fino al 2% con una conseguente ripresa del dollaro, proprio quando i primi spogli elettorali hanno suggerito un'incertezza parlamentare, con ulteriore calo venerdì mattina dopo che l'insuccesso elettorale era ben definito. Tanti quanti bastano a formare un nuovo governo, come ha spiegato la premier incaricata dopo l'incontro con la Regina Elisabetta.

"La Gran Bretagna adesso ha bisogno di certezze" e i conservatori sono gli unici che possono garantirle. A permettere la tenuta della maggioranza, seppur risicata, saranno gli autonomisti irlandesi del Dup, gli "amici" li ha definiti la May: "i nostri due partiti godono da molti anni di una forte relazione e questo mi dà la fiducia che saremo in grado di lavorare insieme nell'interesse dell'intero Regno Unito".

May intanto è sempre di più sotto assedio. Per ora ha il sostegno degli unionisti del Dup.

Le elezioni in Regno Unito volute dalla premier Theresa May per consolidare la sua maggioranza negli imminenti negoziati con l'Unione Europea post-Brexit, si concludono con una vittoria che in realtà è una sconfitta per i conservatori. "E ora andiamo al lavoro", ha concluso.

Jeremy Corbyn è l'idolo dei giovani in Gran Bretagna. Quelle voci, sia nel campo dei conservatori che dei laburisti favorevoli a una "soft" Brexit, si faranno sentire di più. Ecco dunque che i Conservatori hanno già avviato i contatti con l'Ulster Unionist Party, i protestanti nordirlandesi, anch'esso conservatore e che potrebbe assicurare una decina di seggi: a solo titolo di appoggio, tuttavia, e non all'interno di una coalizione.

Nuttall si dimette dalla segreteria dello Ukip.

Come si rifletterà questo sulla Brexit? Oggi abbiamo l'opportunita' di ripensare l'hard Brexit come la intendeva la Signora May.

Lo scorso ottobre è trapelato un report che illustra cosa effettivamente Theresa May pensasse della Brexit prima di essere nominata primo ministro a seguito delle dimissioni di David Cameron, una delle tante conseguenze del referendum Brexit. Lo scrive su Twitter l'ex leader laburista Ed Miliband, uscito sconfitto dal voto del 2015.

Merkel, che è in viaggio istituzionale in Messico, ha così risposto a distanza alla premier britannica Theresa May che ha annunciato di voler lanciare il processo secondo quanto previsto, il 19 giugno, nonostante il risultato elettorale che ha sancito la perdita della maggioranza per i Tory. Anche per colpa dell'inattesa resurrezione del Labour di Jeremy Corbyn, risalito a sua volta oltre il 40%.

Theresa May "è una morta che cammina - è solo di quanto tempo rimarrà nel braccio della morte". Ridimensionato in Scozia il partito indipendentista della Sturgeon.

Comments