MotoGp Mugello: Vinales super nel warm up. Valentino Rossi settimo

Adjust Comment Print

Caduta per fortuna senza conseguenze per Valentino Rossi, che si è fatto accompagnare subito ai box in scooter.

Finite da poco le qualifiche della MotoGP del Gp d'Italia. Spinto dai numerosissimi tifosi, il Dottore è tra i più incisivi del sabato e, per la quarta volta in questa stagione, inizierà una gara dalla prima fila.

Ma l'indicazione più attesa, naturalmente, era quella sullo stato di forma di Valentino Rossi, ancora acciaccato dall'infortunio della settimana scorsa: "Vale ha iniziato con un problema al braccio, che gli faceva male quando frenava". Sono solo primi tempi, vero, ma questa prima sessione ha mostrato che la Ducati può veramente puntare alla vittoria del GP di casa dopo tanto tempo. Vediamo ora come si sono svolte le qualifiche e quali sono le prime dieci posizioni della griglia di partenza della gara di domani, 4 giugno.

"Credo sia importante per tutti stare davanti al proprio compagno di squadra, ma non arrivo al weekend pensando a Lorenzo". "Parto in prima fila e quindi il posto sul podio mi piacerebbe giocarmelo". Poi oggi ho fatto un giro alla morte e sono andato fortissimo. Anche al Mugello lo spagnolo della Yamaha si conferma l'uomo da battere e centra la pole con il tempo super di 1.46.575.

"Ho provato a dare il massimo, sono partito molto bene e sono rimasto in testa per alcuni giri, ma non ho potuto davvero guidare come volevo. Il favorito comunque per me è Vinales, che mi sembra quello che ne ha di più". Sia Aprilia che KTM lasciano il Mugello senza punti, perché anche Sam Lowes e Bradley Smith sono nelle retrovie. Ho temuto per un suo attacco, ma alla fine sono riuscito a salire sul podio. "Spero che l'adrenalina della gara possa essere un grande aiuto però". Non ho pensato troppo, è così che bisogna fare. Aveva pareggiato il conto in Malesia, sotto il diluvio, ma non era la stessa cosa.

Comments