Mondiale Under 20, Italia-Zambia 3-2: in semifinale per la prima nella storia

Adjust Comment Print

Una partita pazzesca con gli azzurri che sotto di una rete, realizzata dopo quattro minuti da Daka, si ritrovano a fine primo tempo in inferiorità numerica a causa dell'espulsione discussa di Pezzella con la Var che di certo non ha aiutato. L'Italia però non si demoralizza e dopo l'intervallo riordina le idee.

L'attaccante ha inoltre proseguito il suo intervento guardando ad un modello da seguire: "Sinceramente non ho modelli di riferimento, ma ho conosciuto Petagna ed è un calciatore che mi piace moltissimo così come Mandzukic della Juventus". Evani getta così nella mischia Dimarco in vista del secondo tempo.

Tutti pazzi per gli Azzurrini.

Nella ripresa l'Italia trova subito il pareggio: cross di Panico, Orsolini di testa stavolta non sbaglia e fa 1-1. A qualificarsi per l'altra semifinale di Corea 2017 sono state il Venezuela (2-1ds, con gol dell'"Italiano" Penaranda e l'italo-venezuelano Ferraresi) e l'Uruguay (vittoria ai rigori contro il Portogallo), unica squadra capace fin qui di frenare la corsa degli azzurrini.

Si va ai supplementari.

All'84esimo lo Zambia torna in vantaggio: Sakala spara un bolide dall'interno dell'area di rigore che si insacca alle spalle di Zaccagno. All'88' Di Marco porta l'Italia ai supplementari. Al 105′ è Sakala a mettere i brividi, poi al 108′ Chisala sfiora il gol del vantaggio con una rasoiata che sfiora il palo: è un assedio dello Zambia. Nessuna delle due riesce a trovare però il varco giusto. Sembra finita ma gli azzurri gettano il cuore oltre l'ostacolo anche grazie alla mossa di Evani, che getta nella mischia Vido. Sono loro a firmare l'impresa: angolo perfetto di Dimarco, stacco prepotente di Vido, e gol del 3-2. I difensori dello Zambia si perdono clamorosamente proprio Vido, che insacca in maniera poderosa. A suonare la carica, come contro la Francia, sono Orsolini e Zaccagno. Favilli, quando può, cercare di tenere il pallone il più lontano possibile dalla metà campo azzurra. Sul finire dei primi 45′, Pezzella appoggia una mano su un attaccante dello Zambia lanciato a rete, il calciatore africano continua la corsa per poi lasciarsi cadere nel tentativo di saltare il portiere azzurro Zaccagno.

Comments