Real Madrid, Vazquez: "Qui remiamo tutti nella stessa direzione"

Adjust Comment Print

Ogni finale è una storia a sè, con avversari, giocatori, allenatori e situazioni tattiche diverse l'una dall'altra. Una linea (bianconera) clamorosamente però cambiata dopo la pesante sconfitta contro il Real Madrid. E' la partita di Champions League più vista degli ultimi 14 anni. La differenza tra Real e Juventus è tutta qui, in questi dettagli sui quali intervenire è impossibile quando tutto è stato compiuto. E' stata solo un'illusione che il principe di Madeira ha crudelmente sfatato. Sopratutto stanca fin dal primo tempo.

Nettamente più forte il Real Madrid nella serata di ieri, non accadeva dai tempi del Milan di Sacchi che i detentori della corona continentale si confermassero nell'anno successivo.

Anche Claudio Marchisio , uno dei leader storici della compagine bianconera, ha voluto ringraziare i tifosi accorsi per salutare la squadra attraverso Twitter : " Un ritorno amaro oggi a Caselle, ma vedervi lì per salutarci è stato davvero unico ed emozionante. Cerca di guardare avanti senza abbattersi Massimiliano Allegri dopo la sconfitta nella finale di Champions. Dall'altra una squadra che ne conta appena due, in compenso per ben sette volte si è fermata ad un passo dal trofeo. Cristiano Ronaldo, chiude un anno fantastico, aperto dalla vittoria in Champions a Milano, ai rigori sull'Atletico, proseguito con il trionfo con il Portogallo nell'Europeo, con il Mondiale per club, il quarto Pallone d'Oro e la doppietta in finale alla Juve. Due anni dopo erano di nuovo in finale.

La finale di Champions League consegna agli almanacchi un Real Madrid scoppiettante e famelico. Allegri paga inoltre l'ennesima finale negativa di Gonzalo Higuain, assente in campo, così come Dybala che, nella notte della consacrazione a fenomeno, decide di nascondersi, senza mai rendersi pericoloso. Un primo tempo equilibrato, che ha visto il Real Madrid portarsi in vantaggio (Cristiano Ronaldo, 20′) per poi farsi raggiungere da un super gol di Mandzukic (27′).

Comments