Wonder Woman: ecco un poster inedito del cinecomic Warner

Adjust Comment Print

Tornano al cinema le avventure dell'eroina dei fumetti più amata di tutte le generazioni, in un film diretto dalla regista statunitense Patty Jenkins: "Wonder Woman". Perdoniamo quindi facilmente qualche piccolo cortocircuito nella trama, come quando Wonder Woman in abito da sera si presenta a una festa piena di generali tedeschi e nessuno sembra trovare bizzarro che il suo spadone spunti "nascosto" dietro le spalle. Onestamente ci credevo sul serio, credevo seriamente che Zack Snyder & Co. avessero finalmente compiuto il miracolo ma le uniche emozioni che questo film è riuscito a farmi provare, era il dubbio se stessimo effettivamente assistendo alla stessa pellicola tanto elogiata all'estero. "Evviva la Palestina, evviva il boicottaggio, evviva la resistenza" ha scritto uno dei responsabili della campagna, Samah Idriss, su Facebook.

In un'epoca in cui le donne riescono sempre con maggior successo a farsi spazio nel mondo, assumendo ruoli da protagoniste impensabili fino a qualche decennio fa, l'uscita nelle sale di un film come Wonder Woman è quanto mai emblematico.

Per la regista Gal Gadot è la perfetta incarnazione di Wonder Woman.

Prima di essere Wonder Woman, Diana era la principessa delle Amazzoni, addestrata per diventare una guerriera invincibile e cresciuta su un'isola paradisiaca protetta. È la quarta pellicola del DC Extended Universe che vede nei panni della protagonista Gal Gadot affiancata da Chris Pine, Robin Wright, David Thewlis, Elena Anaya, Danny Huston.

L'attrice, all'anteprima di Los Angeles, ha parlato del suo personaggio e delle donne. Trevor racconta alle Amazzoni quello che sta accadendo nel suo mondo, così Diana decide di accompagnarlo nella dimensione terrestre perché sa che il compito delle Amazzoni è quello di proteggere il mondo da ogni male.

Gal Gadot ha esordito nel ruolo di Wonder Woman in Batman v Superman: Dawn of Justice e tornerà nei due film sulla Justice League. Perché sotto la corazza della dèa batte un cuore romantico, che trepida d'amore per un semplice essere umano.

Dopo la premiazione, la giurata Jessica Chastain ha confessato di aver trovato "molto disturbante" il modo in cui ha visto rappresentate le donne nei film in gara a Cannes: di qui l'auspicio di un parallelo aumento di cineaste e personaggi femminili nei quali riconoscere le vere donne di oggi. Scelta che forse anche in questo caso non sarà molto apprezzata dal pubblico maschile.

Ultimamente le tensioni tra Israele ed Hezbollah si sono acuite a causa dei continui attacchi ai convogli delle milizie sciite di Hezbollah che in Siria supportano Assad, da parte di Israele.

Comments