Juve, finale Champions sul maxischermo in piazza Saffi

Adjust Comment Print

La Juventus, con una cifra simile, ha optato per un castello, il 'Vale Resort', che si trova a mezzora di pullman dal 'Millennium Stadium'.

Un mix che finora ha prodotto 32 gol del Pipita, che a Torino non ha stelle che gli fanno particolare ombra (come in Spagna) ma non ha nemmeno l'assillo di essere l'unico campione che deve risolvere le partite o quello che deve salvare la patria. Se abbiamo imparato qualcosa dalla finale del 2015?

Il dato è certamente frutto della grande qualità difensiva della squadra, ma anche - in termini statistici - dell'effetto distorto dovuto ad un campione relativamente piccolo (solo 12 partite). Nulla a che vedere con la Juventus, che non va molto d'accordo con le finali: solamente due vinte su 8 giocate, l'ultima nel 1995 contro l'Ajax.

Per la Juventus quest'anno c'è anche la cabala: a partire dalla stagione 1988/1989, ogni sette anni in finale arriva una squadra italiana e questa vince la coppa.

Nella storia vengono ricordate le squadre che hanno vissuto cicli vincenti. Il curriculum europeo della Juve da Calciopoli ad oggi parla di 7 edizioni disputate contro le 11 (su 11) del Real.

In Pontcanna Fields, 20 minuti a piedi dallo stadio della finale, è stato allestito Camp Cardiff, un campeggio che offre alloggio in cinquemila tende (le più ricercate sono a due posti e costano 115 euro a notte). Ha un gruppo solido, attaccano molto rapidamente e i loro contropiedi sono pericolosi, soprattutto quando ti rubano il pallone.

Real Madrid: pochi dubbi per il doppio ex di serata Zidane, che vuole centrare una storica doppietta.

E' il segreto di pulcinella: anche in provincia di Treviso la Juventus è la squadra di calcio più tifata in assoluto. Per questa straordinaria partita Better ha inserito alcune tipologie di gioco di grande appeal come il Fantasy match, cioè il confronto diretto tra alcuni giocatori per chi realizza più gol: le sfide sono tra “Higuain e Ronaldo”, tra “Mandzukic e Bale” e tra “Dybala e Benzema”. Nella serata di sabato 3 giugno 2017 si disputerà la finale di Champions League, che vedrà impegnati i bianconeri contro il Real Madrid di Zinedine Zidane (leggi le parole del tecnico in conferenza stampa). Alla fine di quella campagna europea la Juve chiuse con un bottino di 17 gol fatti e 10 subiti. In particolare: quando gli avversari hanno concesso 1,27 xG ai bianconeri lo score è bastato alla Juventus per segnare almeno 2 gol. "Bellissimi, come mi sono sentito ad Amsterdam?". O così sembrerebbe visionando uno spot di presentazione dell'evento promosso dall'emittente catalana Tv3, smaccatamente pro-Juventus, e di conseguenza aspramente criticato dalla tifoseria del Real.

Comments