Allegri: "Nessuna ansia, bisogna portare a casa la coppa"

Adjust Comment Print

Stamane, il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa. Ancelotti al Milan ci ha costruito una dinastia sul suo albero di Natale, Allegri può emularlo con il 4-2-3-1 bianconero, anche se il percorso potrebbe rivelarsi più breve, sia per questioni anagrafiche di squadra che per speculazioni sul futuro di Acciughina, anche a firma dello stesso diretto interessato. E spiega perché: "L'ottimismo ci deve essere, ma non mi sembra giusto dire che la Juventus è la favorita". È una finale, giochiamo con il Real che ha vinto 2 Champions in tre anni. Loro sono abituati a giocare le finali come noi. Vogliamo portarla a casa. Dovremo scendere in campo con grande equilibrio e più motivazioni dei nostri avversari. Non posso non ringraziare tutti i giocatori che ho avuto in questo periodo. Ora abbiamo bisogno di affrontare la settimana come se affrontassimo una partita normale. "Faremo un allenamento al giorno e neanche tanto lungo". "La squadra è serena, sappiamo cosa significa una finale di Champions e sappiamo cosa possiamo fare". Negatività porta negatività, positività porta positività. "La positività porta positività e quando sono arrivato qui - ricorda il tecnico livornese con un sorriso - c'era un alone di negatività che faceva paura". La Juventus ha giocato otto finali, otto è bene ricordarlo. E' un evento meraviglioso, ce lo siamo meritati, i ragazzi l'hanno regalato a tutti, a me, alla società e ai tifosi, quindi andiamo là fiduciosi, con la consapevolezza e una convinzione maggiore di due anni fa. L'importante è attaccarlo nel momento giusto, quando sabato alle 20:45 fischierà l'arbitro.

Zidane con il dubbio Isco o Bale, ma come cambia il Real con questi due giocatori: "Il Real Madrid sappiano che ha cambi importanti oltre agli 11 titolari". Casemiro ha dato grande equilibrio al Real.

La Juventus è cresciuta mentalmente, quella di due anni fa eliminò il Real. Il viaggio organizzato per sport non rappresenta una vacanza romantica, almeno per gli uomini, che preferiscono viaggiare con gli amici (54%), al contrario delle donne, che si spostano non solo per passione sportiva ma anche per condividere le emozioni con il proprio partner (50%). Dobbiamo essere concentrati su quello che dobbiamo fare. C'è voluto un po' perché Dybala e Higuain trovassero l'intesa. Tra i tanti i vip che promettono (o prometteranno) qualsiasi cosa pur di portare i bianconeri in trionfo, segnaliamo la promessa di Margot Ovani, giovane modella italiana (ma per metà francese), super-tifosa juventina. Col Monaco ha fatto due gol, farà una grande finale.

NIENTE BICICLETTA - "Davide Nicola andrà in bici da Crotone a Torino?". Mi aspetto una gara dura, complessa, i Blancos sono una grande squadra, hanno ottimi ricambi e un grande allenatore. Faremo il dovuto in base a chi ci troveremo davanti.

Da Berlino a oggi c'è stata una grande crescita. Riassumendo: "Servirà l'ordinario ma anche lo straordinario: e per questo mi viene in mente la parata di Buffon su Iniesta.".

Allegri non si sbilancia sulla difesa che schiererà sabato: "La BBC?".

"Vincere la Liga e la Champions al primo anno non è cosa da tutti". Una grande squadra deve avere questa capacità.

Sabato 3 marzo la Juventus affronterà la sfida più importante della stagione.

Comments