La Juventus vince lo Scudetto E col sesto di fila è record

Adjust Comment Print

E la Juve? Ormai ha già deciso: vuole prendere Keita, spingerà sul giocatore (l'agente Calenda aspetta per nuovi contatti) e sa di poterlo convincere. Quello che emerge è, in realtà, una certa omogeneità: tutte le prime tre classificate fanno mediamente molti punti contro le ultime. In pratica in Italia oramai la Juventus è la padrona indiscussa. Onori e gloria alla Juventus, entrata di diritto nella storia del calcio italiano.

La Juventus festeggia alla Juventus Stadium la vittoria del sesto scudetto consecutivo (un record per il nostro paese), il 33esimo del palmares della vecchia signora, battendo il Crotone per 3-0, con reti di Mandzukic, Dybala e Sandro. Probabilmente i titoli consecutivi sarebbero stati di più. Il campionato acquisterebbe più interesse. Senza nemmeno una presenza ha vinto quello scudetto, quest'anno è stato il terzo portiere del Liverpool. E infine in Svizzera, dove il Basilea è arrivato a vincerne otto. "La squadra aveva bisogno di uno come lui".

Si potrebbe affermare, senza apparire troppo superficiali, che i bianconeri hanno viaggiato a ritmo regolare, gestendo e colpendo con sapienza, mirando le forze anche in vista del ritorno nell'Europa che conta.

"Marotta dice che la permanenza in bianconero dipende da me?"

Il padre è diventato l'uomo delle vittorie leggendarie e adesso che la Champions e il triplete sono nel mirino, anche i tifosi più scettici sembrano essersi estinti. Oggi le cose sono cambiate e tanti giocatori si fanno sentire per venire a giocare da noi. Ora tutti a dire, che succederà, nel futuro? Il riferimento è anche allo scherzo di Juan Cuadrado, che lo ha sommerso di schiuma da barba sulla testa. Con una svolta tattica ben precisa, a gennaio, contro la Lazio: quel 4-2-3-1 a trazione anteriore che ha permesso il salto di qualità in chiave internazionale, l'unica soluzione per vedere contemporaneamente in campo tutti i top player di una rosa eccezionale. Se ci saranno opportunità le valuterò seriamente. Non può far altro che vincere e poi vedere il risultato di Roma. L'altra è l'Empoli, che domenica sera, in contemporanea con la partita del Crotone, giocherà in trasferta contro il già retrocesso Palermo.

La Juve vince, poi, perché sa rigenerare dei fuoriclasse che altrove avevano dato per finiti (Pirlo e Dani Alves, tanto per fare due nomi) e perché sa valorizzare i migliori talenti in circolazione, a cominciare dai giovani azzurri che anche il commissario tecnico Ventura sta finalmente lanciando e rendendo protagonisti.

Comments