Allegri: "Il mio futuro? Dopo Cardiff"

Adjust Comment Print

Dopo 38 giornate, chi vince è sempre il più forte, figuriamoci la squadra che conquista lo scudetto per sei volte consecutive. Difesa impenetrabile ma anche una spaventosa forza allo Juventus Stadium.

"Il sesto titolo è qualcosa di estremamente significativo - la chiosa di Capitan Buffon". Roma e Napoli sono state un stimolo a fare sempre meglio e potrebbero rappresentare un serio pericolo al dominio bianconero. "Leggenda". E' essenziale il tweet del presidente della Juventus, Andrea Agnelli, che commenta così lo scudetto bianconero.

Quando a 5' dalla fine Alex Sandro ha insaccato di testa il gol del 3-0, rete convalidata dalla goal line technology, giocatori e tifosi tutti hanno potuto tirare un sospiro di sollievo, chiudere le valigie e iniziare a pensare a Cardiff, vera ossessione dell'ennesima stagione plurititolata bianconera, col terzo "double" consecutivo Scudetto-Coppa Italia. Speriamo sia di buon auspicio. Il rapporto tra la società e il tecnico è ottimo e ha tutte le premesse per continuare. Non ci saranno sorprese, dobbiamo solo incontrarci con la società. Il prossimo 3 giugno i bianconeri affronteranno i galacticos per aggiudicarsi la "coppa dalle grandi orecchie"... staremo a vedere fino a che punto è vero! Ma altrettanto decisivo è stato Mario Mandzukic, l'uomo che ha permesso ai bianconeri di effettuare il grande salto di qualità anche in Champions League. Sono contento per la disponibilità che mi hanno dato i ragazzi. La cosa fondamentale di questi anni, al di là di noi che siamo qui da tanti anni, è che c'è una grande apporto dai nuovi. Gli Scudetti sono tutti belli, anche se la risposta è retorica. Una partita del genere, con tutto il rispetto per il Crotone e che meriterebbe la tensione ti cambia le partite e tre mesi fa magari sarebbe stato diverso giocare questa partita e la tensione poteva anche tirare brutti scherzi. Questa scelta, tuttavia, ha penalizzato parecchio la squadra in Champions League, ma allo stesso tempo consacrato quella Vecchia Signora come l'avversario da battere.

Inevitabile, dopo la festa, la soddisfazione di Mister Allegri: "Bisogna fare i complimenti in primis a quei giocatori che hanno vinto i sei scudetti di fila, sono loro che entrano nella storia".

Comments