Fiorentina: a Napoli senza Sanchez

Adjust Comment Print

Come tiri subiti del resto non siamo molto dietro la Juventus, qualche errore si può limare, ma il nostro è un pacchetto arretrato in crescita.

Un solo punto separa il Napoli dal secondo posto in campionato e dall'accesso diretto nella prossima Champions League. Non si raccontano le cose come stanno e non c'è equilibrio, forse è per vendere i giornali. Tutti ricordano del Leicester perchè è una cosa rara. Mertens ha praticamente rinnovato il contratto, Ghoulam lo imiterà presto.

Anche Carlo Ancelotti, che ha vinto un po' ovunque, sostiene che a vincere è chi ha il fatturato più alto: "È evidente: chi ha più soldi compra la macchina più lussuosa. Rispetto alla C, posso dire che la gestione dei grandi calciatori non è affatto difficile". Giochiamo un calcio piacevole, ma alla fine quello che conta è vincere le partite.

Gli uomini guidati da Paulo Sousa sono reduci da due risultati utili consecutivi, con la vittoria in trasferta che latita dallo scorso 19 marzo, quando Kalinic firmò il successo allo "Scida" di Crotone. Sono sempre state partite dure, problematiche, col risultato in bilico.

Sulla gara con il Torino: "Penso a quella con la Fiorentina". Se mi viene chiesto, do le mie valutazioni tecniche e morali, perché si fanno punti anche con queste qualità. Non è una problematica grave e non ci sarebbero i motivi di rischiare. Non parla molto in allenamento ma le caratteristiche sono note a tutti: "è pronto per giocare ma è arrivato da un infortunio cronico, che in certi momenti abbiamo dovuto affrontare anche durante la settimana con sensibilità".

Come motivare la squadra?

Continuano a essere tanti i modi per vedere in streaming gratis gli appuntamenti con il campionato italiano, compresa Napoli Fiorentina, penultimo appuntamento stagionale.

"Il rinnovo di Mertens?". "Sono soddisfatto e il merito è soprattutto dei ragazzi".

Sullo scudetto: "Siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo". Gli azzurri, terzi a meno uno dalla lanciatissima Roma, vogliono superare l'ostacolo viola per proseguire l'impervia corsa al secondo posto che vale la CL diretta. Il loro risultato ci deve interessare relativamente. "Sarà una partita difficilissima per noi, i viola sono tra i pochi che riescono a toglierci il possesso palla per larghi tratti".

Gli unici dubbi di Sarri potrebbero riguardare il centrocampo, che con ogni probabilità vedrà Jorginho in regia e Allan e Hamsik ai lati.

Comments