Finale Coppa Italia Juventus-Lazio: dove vederla e probabili formazioni

Adjust Comment Print

Giocheremo la terza finale consecutiva; il record è detenuto dall'Inter, che ne ha disputate ben quattro dal 2005 al 2008, vincendo le prime due e perdendo le seconde due, e dalla Roma, che ha disputato esattamente questo "filotto" nello stesso periodo che va dal 2005 al 2008, perdendo, ovviamente, le prime due e vincendo, altrettanto ovviamente, le seconde due.

18': DOPPIA OCCASIONE JUVE: Prima Dybala scambia con Mandzukic in contropiede e spara dal limte, poi Dani Alves trova Higuain nell'area piccola, ma entrambe le volte Strakosha è miracoloso. Proprio quest'ultimo al primo pallone giocato impegna Neto con un diagonale velenoso, che il brasiliano devia in angolo.

TABÙ E PRECEDENTI - Biglia nella conferenza della vigilia ha detto: "Non partiamo favoriti, ma dobbiamo crederci". La Lazio si rende pericolosa con Immobile e nel finale Strakosha salva ancora su Higuain. Allo Stadio Olimpico, nella finale di Coppa Italia, la Juventus batte 2-0 la Lazio e si aggiudica il primo titolo della stagione. La Lazio fatica a trovare idee chiare; l'undici di Inzaghi accusa pesantemente il doppio svantaggio e riesce a farsi vedere solo verso la mezz'ora quando Immobile raccoglie in tuffo un cross dalla destra, senza trovare lo specchio della porta. Vedendo il calendario a inizio stagione avrei messo la firma per arrivare a Roma con 4 punti di vantaggio, ci siamo arrivati con sette punti e siamo andati oltre le piu' rosee aspettative. Il Santo Padre ha salutato uno a uno tutti i calciatori: "Avete una notevole responsabilità: essere testimoni di lealtà, di onestà, di concordia e di umanità - le parole del Pontefice -, anche davanti a episodi di violenza che purtroppo si verificano negli stadi e che turbano il sereno svolgimento delle partite e il sano divertimento della gente". Ce la fa anche Parolo, che era uscito precauzionalmente sabato: nulla di grave e dunque il centrocampista è pronto a riprendere posto al fianco di Lucas Biglia. Arbitra Tagliavento di Terni.

La Lazio invece è stata sconfitta a Firenze dalla formazione viola, una battuta d'arresto che però non ha in pratica compromesso la sua quarta posizione in graduatoria. In dubbio anche Mandzukic, alle prese con una contusione lombo-sacrale. Felipe Anderson è favorito su Keita. Saranno l'imprevedibilità e la scaltrezza in fase offensiva di Felipe Anderson, Ciro Immobile e Keita Balde una possibile chiave di lettura nel match di mercoledì, in cui l'attaccante senegalese sarà un osservato speciale della dirigenza bianconera.

Comments