#magliettegialle, da Raggi sarcasmo sul Pd: "Chi sporca pulisce"

Adjust Comment Print

Le magliette gialle del Pd scendono in campo per pulire strade e parchi a Roma. "Grazie all'iniziativa lanciata da Matteo Renzi la città si è mobilitata e anche il M5S ha sentito la responsabilità di dover essere partecipe attivamente per ridare dignità e decoro ad una capitale sull'orlo di una emergenza senza precedenti". "Il rottamatore toscano con la maglia gialla, smemorato, non ricorda però, tra le tante cose, che oggi a governare la Regione Lazio c'è un uomo del suo Pd, un certo Nicola Zingaretti che sui rifiuti, in 4 anni, avrebbe dovuto almeno approvare un Piano" lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d'Italia membro della commissione Rifiuti. Ecco alcuni tweet che raccontano, fra pulizie, solidarietà e polemiche, la giornata. Banca Etruria fu commissariata dal mio governo: "siamo stati molto duri con tutti". "Bene così, no? Anche questo è servizio pubblico", ha scritto il segretario del Pd Matteo Renzi su Facebook. "Un po' tardivo. Ci auguriamo che non sia uno sterile spot elettorale: per far questo vi aspettiamo non soltanto questa domenica ma per quelle a seguire per i prossimi vent'anni".

Grillo e vaccini. "Grillo chieda scusa per i video scandalosi e le cose dette negli spettacoli e dica ai cittadini che credono in lui di vaccinare i loro figli".

"L'iniziativa di oggi non è per protesta, come spesso fanno i partiti, ma per pulire, dare una mano, migliorare le condizioni di vita della Capitale". Renzi appena arrivato ha chiesto al vicepresidente della Camera Roberto Giachetti come fosse andata.

"Poi c'è la Raggi, e tutto il Movimento, quelli del 'ci pensiamo noi, gli altri hanno governato, ora tocca a noi e saremo dalla parte dei cittadini'. Il risultato lo abbiamo ottenuto".

Chi sono le magliette gialle.

Pochi giorni dopo l'assemblea che lo ha riconsacrato segretario del Partito Democratico dopo il largo successo delle primarie, torna a parlare Matteo Renzi, con un lungo colloquio con il direttore del Foglio Claudio Cerasa nel quale affronta i principali temi all'ordine del giorno e spiega come intende riportare il partito oltre la soglia del 40%.

Comments